Home / News / Esplode uno pneumatico: ubriaca, viaggia facendo scintille

Esplode uno pneumatico: ubriaca, viaggia facendo scintille

Due militari effettivi della base Usaf di Aviano sono stati denunciati

Gomma, cerchione, scintille, Aviano, usaf

I carabinieri dell'aliquota Radiomobile di Sacile hanno denunciato a piede libero due militari della base Usaf di Aviano per violazioni legate alla guida sotto l'influenza dell'alcool.

I due casi

Intorno alle 5 del mattino di giovedì 16 maggio, in via XX settembre, a Roveredo in Piano un militare Usaf di 26 anni ha perso il controllo della propria auto, una Ar147, finendo contro una Opel Astra posteggiata lungo la via, di proprietà di un 52enne del luogo.

Ai carabinieri, giunti per i rilievi, il giovane era apparso subito in stato di ebbrezza. Invitato a fare l'alcoltest il militare si è rifiutato. Oltre alla denuncia per rifiuto, i militari dell'Arma hanno provveduto a sequestrare il veicolo e a ritirata la patente del soggetto.

Il secondo caso era avvenuto solamente qualche ora prima. Verso la mezzanotte del 16 maggio, in viale della Repubblica, a Sacile, i militari della Radiomobile avevano notato una Volkswagen Golf. L'auto, mentre si trovava in marcia lungo la strada, produceva delle strane scintille a contatto con l'asfalto. Queste si è poi scoperto erano prodotte dal cerchione della lato destro del veicolo di una ruota priva di pneumatico. All'alt l'auto ha proseguito la sua marcia non curante del blocco imposto dalle forze dell'ordine. Una volta bloccata la vettura, si è scoperto essere condotta da una ventisettenne effettiva della base Usafsaf di Aviano in stato di ebbrezza; Il risultato dell'etilometro della conducente ha poi evidenziato un tasso alcolemico di 1,97 g/l. La ragazza si è giustificata dicendo di essere stata vittima di uno scoppio di due pneumatici a Fontanafredda ma di essere riuscita a sostituirne solamente uno. Oltre alla denuncia, la patente le è stata  ritirata, mentre il veicolo è stato posto sotto sequestro. In entrambi i casi sul posto sono intervenuti gli interpreti della base Usaf di Aviano per la traduzione degli atti.

Articoli correlati
Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori