Home / News / Famiglie friulane sempre più povere: per consumi sono le ultime del Nordest

Famiglie friulane sempre più povere: per consumi sono le ultime del Nordest

La crisi continua a mordere. Le famiglie spendono meno che in passato e si piazzano all'ultimo posto nel Triveneto. I consumi in Friuli sono scesi sotto la media nazionale

Famiglie più povere in Friuli Venezia Giulia. Lo certifica l’Istat con le stime della spesa media mensile del 2018. Ogni famiglia friulana e giuliana ha speso in media 2.537 euro al mese, ben al di sotto dei 2.603 euro del 2017. Una riduzione che in termini nominali è del 2,5 per cento ma che, nella realtà, è ben più pesante.

A questa riduzione, infatti, è da aggiungere l’1,2% dell’aumento dei prezzi, per cui, nella concretezza della vita quotidiana, ogni famiglia della nostra regione, nel 2018, ha acquistato beni e servizi per un valore inferiore del 3,7 per cento rispetto all’anno precedente. Per consumi, le famiglie del Friuli Venezia Giulia sono in coda a tutte le altre del Nordest e scendono anche sotto la media nazionale, 2.537 euro contro i 2.571 delle famiglie italiane. La differenza non è altissima, ma nel 2017 le famiglie friulane e giuliane stavano meglio della media nazionale (2.603 euro contro 2.564). L’unica consolazione è che spendono molto di più delle famiglie calabresi, in fondo alla classifica nazionale con 1.901 euro al mese.

Per le famiglie che vivono in affitto, la spesa maggiore è per la casa, che assorbe più di un terzo della spesa mensile. In media a pesare di più sul bilancio mensile sono i prodotti alimentari (che sfiorano un quinto della spesa) e i trasporti (intorno a un decimo). Per arrivare a fine mese, le famiglie hanno tentato di ridurre le spese per abbigliamento e calzature e per viaggi e vacanze. La maggior parte, invece, non ha modificato le proprie abitudini in fatto di spesa alimentare.

Articoli correlati
Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori