Home / News / Ordigno radioattivo lanciato da un drone, esercitazione ad Aviano

Ordigno radioattivo lanciato da un drone, esercitazione ad Aviano

Simulata mercoledì 3 aprile una deflagrazione con contaminazione, morti e feriti. Le immagini

Addestramento di tipo difensivo ad Aviano, dove si è svolta un'operazione simulata a seguito di una ipotetica deflagrazione causata da un ordigno radioattivo lanciato da un drone nemico. L'esercitazione è stata organizzata dalla Prefettura di Pordenone, di concerto con il Comando provinciale dei vigili del fuoco, il Comando dell'Aeroporto militare "Pagliano e Gori" e il 31° Fighter Wings.

Lo scopo dell'attività addestrativa è stato quello di testare la capacità di risposta ad eventi di tipo "N.B.B.R.E" che richiedono il concorso coordinato degli enti e organismi previsti dal piano provinciale di difesa civile, nonché verificare le capacità di collaborazione tra gli organismi italiani preposti alla gestione delle emergenze e le componenti operative statunitensi. E' stata creata dalla Prefettura un'apposita unità di crisi composta da tutti gli organismi coinvolti nella gestione della crisi con il centro operativo istituito presso il Comando dell'aeroporto di Aviano. Sul posto una squadra N.B.C.R.E, dedicata alle attività di ricerca del radionuclide e di decontaminazione, e una della Sores coinvolta nelle attività di soccorso sanitario a favore di 10 feriti, di cui 4 in codice rosso, due in codice giallo e 4 in codice verde. L'esercitazione è stata realizzata anche grazie al contributo della Polizia di Stato, dell'Arma dei carabinieri, della Sores, del Nue 112 e della Croce Rossa.

Articoli correlati
Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori