Home / News / Visita del ministro Moavero in Fvg: «Trieste sempre più strategica»

Visita del ministro Moavero in Fvg: «Trieste sempre più strategica»

Nel capoluogo regionale si è parlato di sicurezza, contrasto al terrorismo e criminalità internazionale

"Una straordinaria opportunità per comunicare alle diplomazie presenti a Trieste la strategicità del Friuli Venezia Giulia nel contesto geopolitico europeo e internazionale."

E’ il commento del governatore Massimiliano Fedriga in occasione del vertice dell’Iniziativa Centro europea che si è svolto nel palazzo della Regione a Trieste. ---Nel salone di rappresentanza di Piazza unità, presente il Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale e presidente in carica dell’INCE Enzo Moavero Milanesi, si sono riuniti i ministri degli Esteri dei 17 Paesi membri del forum di cooperazione che, quest'anno, sotto la presidenza italiana, festeggia i suoi 30 anni di attività.

Diverse le tematiche al centro dell’incontro tra le quali la costituzione di una dimensione locale in cui gli enti locali dei 17 paesi collaborino tra loro, di iniziative rivolte ai giovani, di sicurezza, di contrasto al terrorismo e alla criminalità internazionale. Proprio sul versante della sicurezza, uno degli argomenti affrontati dai ministri, il governatore ha auspicato "una sempre maggior collaborazione tra i Paesi, mirata a potenziare i controlli ai confini e a far rispettare gli accordi internazionali sui rimpatri".

"Rafforzare il dialogo, in particolare tra le realtà attraversate dalla rotta balcanica, è dunque la risposta migliore - secondo Fedriga - per mettere in campo in modo coordinato tutti gli strumenti a disposizione nella prospettiva di contrastare con efficacia i flussi migratori illegali. Riferendosi al vertice Ince, Fedriga sottolinea che "Simili iniziative - permettono da un lato di rinvigorire il dibattito attorno a temi di attualità quali la logistica, l'innovazione e la sicurezza, e dall'altro di rimarcare quanto il nostro territorio possa assumere, sia in virtù del Porto Franco che dell'ampia rete di infrastrutture e servizi che lo collega al resto del continente, un ruolo di crescente centralità nelle dinamiche di sviluppo che investono l'Europa Centrale e Orientale."

A margine della riunione il ministro degli esteri Moavero ha rilevato che è indispensabile negoziare con gli altri paesi dell’Unione europea per cercare di dimostrare che non è necessario portare l’Italia in una procedura d’infrazione per quanto riguarda una sua possibile candidatura a commissario UE ha dichiarato di essere a disposizione, ma che questo non vuol dire essere disponibile.

Articoli correlati
Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori