2 chilometri di reti fantasma trovate tra Trieste, Grado e Miramare

Gli operatori del Primo Nucleo Subacquei della Guardia Costiera di San Benedetto del Tronto, diretti dal Capitano di Corvetta Gianni Dessì, hanno operato nel corso della settimana a Trieste, Gr...
Redazione

Gli operatori della Guardia Costiera hanno operato nel corso della settimana tra Trieste, Grado e nei pressi dell’area marina protetta di Miramare, recuperando circa una tonnellata di reti fantasma, lunga circa due chilometri e mezzo di lunghezza. L’attività di monitoraggio nel Golfo di Trieste e in Laguna proseguirà nei prossimi mesi, compatibilmente con gli impegni del Nucleo Subacquei, che è competente per gli interventi su tutto l’Adriatico.

Dal 15 giugno al 13 settembre sono stati effettuati più di 11mila controlli per l’operazione Mare Sicuro. Solo un centinaio, però, le infrazioni rilevate. Meno di un controllo su 100, dunque, hanno riscontrato elementi di illecito, a conferma del forte e sentito rispetto delle regole in regione da parte degli utenti del mare. Infine, 120 sono state le persone e 41 le unità navali che hanno avuto bisogno di soccorso.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia