25 aprile, sindaco festeggia la Liberazione con il pugno chiuso alzato

Il giovane sindaco di Turriaco, Enrico Bullian, questa mattina ha voluto celebrare la Festa della Liberazione con un post su Facebook che sicuramente non mancherà di far discutere. L'immagine p...
Giancarlo Virgilio

Il giovane sindaco di Turriaco, Enrico Bullian, questa mattina ha voluto celebrare la Festa della Liberazione anche sui social, postando una fotografia che sicuramente non mancherà di far discutere. L’immagine ritrae il primo cittadino 36enne con il pugno sinistro chiuso e alzato, davanti al monumento dedicato ai caduti dove questa mattina ha deposto una corona d’alloro in occasione della Festa della Liberazione.

“Per tutti quelli che avrebbero voluto esserci, ma non hanno potuto – si legge nel post di Bullian -. Buona Resistenza Antifascista a tutte/i! Universale e perenne ringraziamento a chi 75 anni fa ci ha liberato dalla dittatura fascista e dall’occupazione nazista”.

In merito alla fotografia, non è mancato il commento del sindaco di Monfalcone, Anna Maria Cisint. “L’inquietante immagine con il volto coperto e il pugno alzato ricorda tempi cupi – ha  dichiarato il primo cittadino Cisint-. E’ l’emblema di un 25 aprile che trasuda la nostalgia dell’odio di classe e di storie e maschere che la storia ha già condannato e che non vorremo più vedere. A lui e ai suoi emuli dedico una frase d’un libro della grande scrittrice americana Harper Lee: ‘Cerca di batterti con il cervello e non con il pugno una volta tanto…”  E caro amico ricorda in un giorno come questo la volontà di sopraffazione comunista che voleva usare la liberazione per abbandonare la nostra città al regime titino, che tante sopraffazione ci ha lasciato nei 40 giorni di occupazione”.


Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia