A Sacile si va avanti tutta con i cantieri e i progetti per le scuole primarie / FOTO

Il cantiere per la riqualificazione della scuola primaria “Grazia Deledda” procede spedito, e nei primissimi mesi del prossimo anno sarà in grado di accogliere nuovamente le scolaresche. L’edificio sa...
Redazione

Sacile – Il cantiere per la riqualificazione della scuola primaria “Grazia Deledda” procede spedito, e nei primissimi mesi del prossimo anno sarà in grado di accogliere nuovamente le scolaresche. L’edificio sarà paragonabile in tutto e per tutto a una scuola “nuova di zecca”. Infatti, nonostante il progetto e la costruzione risalgano a 40 anni fa, la struttura si presenta ancor oggi sobria e “moderna”, come da parametri estetici e funzionali contemporanei.

I lavori in corso, che si stanno per concludere, comprendono interventi strutturali volti al superamento della “vulnerabilità sismica”, riscontrabile in funzione delle nuove norme di settore, nonostante il fabbricato, costruito successivamente al sisma del 1976, possedesse fin dall’origine requisiti di anti sismicità. Inoltre, con il contributo del Gse, sono stati sviluppati importanti interventi di riqualificazione energetica, volti a un drastico contenimento dei consumi del fabbricato. Un cantiere da due milioni di euro, sostanzialmente suddivisi alla pari per i due settori d’intervento. La riqualificazione ha coinvolto anche la palestra, che è stata anche dotata di una “bussola” d’ingresso indipendente dall’esterno, sul fronte del fabbricato. I finanziamenti ottenuti non contemplavano la spesa per le pitture interne, oggettivamente necessarie per un completo “restyling” del manufatto.

Con la prossima variazione di bilancio, quindi, l’amministrazione diretta dal sindaco Carlo Spagnol metterà a disposizione ulteriori fondi – poco meno di ottanta mila euro – necessari per ridipingere gli interni del fabbricato, ivi comprese le pannellature dei soffitti e dell’analoga parete esistente nella palestra. Sarà anche asportata la cisterna interrata del gasolio, divenuta inutile, che si è comunque palesata integra e priva di qualsiasi perdita del contenuto.

La “nuova Deledda”, quindi, fra poco sarà nuovamente pronta a offrirsi quale cornice adeguata alla formazione didattica, ma anche di crescita personale, delle “nuove leve” scolastiche, in ambienti rinnovati, sicuri e confortevoli.

Un bel traguardo

Un bel traguardo, se si pensa che in quello stesso edificio sono già state istruite e formate svariate generazioni di sacilesi. Sempre per le necessità della scuola primaria di Sacile, è da qualche giorno formalmente aperta la gara per l’aggiudicazione del progetto definitivo, esecutivo e della direzione lavori per la nuova scuola di via Flangini.

Ai primi di dicembre scadrà il termine per la consegna della offerte, che passerà al vaglio della commissione aggiudicatrice per stabilire lo studio professionale che assumerà l’incarico.

L’opera è già coperta da finanziamento, per circa 4 milioni di euro. Il prossimo anno, quindi, anche quest’altro importante obiettivo, uno tra i punti salienti del programma di questa amministrazione, troverà finalmente visibile concretizzazione, con l’apertura fisica del cantiere.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia