Rotta balcanica, in tre mesi abbandonate a Muggia 2,5 tonnellate di abiti

Redazione
Migranti Rotta Balcanica Fvg

Due tonnellate e mezze di abiti sono stati abbandonati in tre mesi a Muggia da migranti entrati in Italia dalla rotta balcanica. 

Abiti, scarpe, zaini, avanzi di cibo e alcuni bivacchi sono stati scoperti e rimossi al Comune in sei distinti interventi di pulizia, realizzati da ottobre a dicembre in particolare nella zona dei laghetti delle Noghere e vicino a Rio Ospo.  

Alla luce dell’intensificarsi del fenomeno, l’amministrazione comunale ha deciso di intensificare gli interventi con una pulizia a settimana, fino a metà maggio. 

“Si tratta, purtroppo, di una situazione nella quale è come svuotare il mare con un bicchiere – ha detto il sindaco di Muggia, Paolo Polidori – nonostante i fondi regionali e l’impegno del Comune, la quantità di vestiti abbandonati è in crescita costante. Spesso – ha aggiunto – le organizzazioni criminali che gestiscono i transiti lungo la rotta balcanica, mettono a disposizione dei migranti vestiti di ricambio che vengono indossati dopo abbandonati quelli vecchi per raggiungere Trieste e  iniziare così l’iter dell’accoglienza.  

Immagine d’archivio

Potrebbe interessarti anche

@2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306
La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978

Powered by Rubidia