Accoltellamento di Udine, la resa dei conti per un litigio sui social

All'origine ci sarebbe un litigio sui social tra minorenni
Hubert Londero
loading...

Sarebbe stato un litigio sui social a scatenare il regolamento di conti tra minori, finito con due persone accoltellate, avvenuto verso le 18 di sabato sera in vicolo Brovedan a Udine. I due protagonisti della vicenda, il sedicenne ferito gravemente al fianco con una coltellata e il 15enne kosovaro identificato dalla polizia la sera stessa, si sarebbero insultati in chat e avrebbero deciso di incontrarsi per chiudere i conti.
Il 15enne, residente con la sua famiglia nel Trevigiano, si è dunque recato a Udine e ha affrontato il rivale in centro città. Ne è nata una rissa tra una mezza dozzina di ragazzi, durante la quale – come mostrato dai filmati delle telecamere – i partecipanti avrebbero estratto un coltello e un tirapugni. Dopo il ferimento del 16enne, portato in codice rosso all’ospedale e sottoposto a due interventi chirurgici, il 15enne è stato fermato dalla polizia in stazione a Udine mentre stava per prendere il treno e tornare a casa. Con sé aveva ancora il coltello utilizzato per ferire il coetaneo.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia