Agente di commercio-pusher arrestato dalla finanza

Casa in ristrutturazione trasformata in un magazzino dello stupefacente
Alberto Comisso
loading...

Agente di commercio nel settore edile, sulla carta. Nella sostanza un affermato pusher, che aveva trasformato una casa in ristrutturazione di sua proprietà, in via Tiepolo a Sacile, in un luogo dove poter svolgere, lontano da occhi indiscreti, la propria attività di spaccio.

Ma sono stati gli anomali movimenti in quel fabbricato che hanno insospettito la guardia di finanza di Pordenone. I militari hanno fermato il 30enne, Luca Cordazzo, trovandolo in possesso di 18 involucri contenenti 70 grammi di cocaina e mille e 100 euro in banconote.

Nell’auto dello spacciatore, in una borsa da lavoro, sono spuntati due sacchetti termosaldati e sottovuoto con 60 grammi di marijuana.

Da qui, l’inevitabile perquisizione anche del fabbricato in ristrutturazione. I militari hanno trovato, all’interno della cantina e del garage, sostanze da taglio, due bilancini e numerose buste termosaldate contenenti due chili di marijuana e oltre un chilo e 800 grammi di hashish.

Non è finita. La perquisizione è proseguita infatti nella residenza dell’uomo, sempre a Sacile, dove, dalle tasche di un giubbotto sono spuntate cinque mazzette di banconote di vario taglio, per un totale di 5mila euro, ritenute provento dello spaccio.

Il 30enne, difeso dall’avvocato Pietro Cucchisi, è stato quindi arrestato e portato in carcere. La misura cautelare è stata poi commutata in quella degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia