Home / News / «Con il coprifuoco alle 22 i turisti opteranno per destinazioni diverse»

«Con il coprifuoco alle 22 i turisti opteranno per destinazioni diverse»

A lanciare l'allarme per l'estate 2021 è il sindaco di Lignano Sabbiadoro Luca Fanotto, che oggi ha incontrato il ministro del Turismo Garavaglia e i sindaci delle 20 spiagge più importanti del Bel Paese. Chieste le regole della scorsa estate

coprifuoco, estate

L’estensione fino a luglio del coprifuoco dalle ore 22.00 alle ore 5.00 e il mantenimento del sistema a fasce colorate delle Regioni non agevolerà il turismo, nemmeno quello di 'casa'. A dirlo è il primo cittadino di Lignano Sabbiadoro, Luca Fanotto, che questa mattina ha incontrato, a Roma, il Ministro del Turismo Massimo Garavaglia e i rappresentanti del G20s, organismo che raggruppa le più importanti spiagge italiane.

"Alla luce delle nuove disposizioni, abbiamo manifestato al Ministro tutti i nostri timori circa la possibilità di un avvio concreto della prossima stagione turistica", spiega il sindaco friulano. "Queste regole non vanno assolutamente bene - aggiunge - e devono essere quanto prima cambiate, perché tale quadro non permette alle imprese del settore di lavorare e, soprattutto, non offre un messaggio chiaro a chi vuole prenotare la propria vacanza, che opterà per destinazioni diverse. L’economia che viene generata dalle aziende balneari contribuisce, infatti, a garantire centinaia di migliaia di posti di lavoro, che non si possono né banalizzare né trascurare; tali aziende rappresentano una fetta importante del PIL che con queste regole verrebbe meno".

"Non vorrei che si ripetesse ciò che abbiamo visto a Pasqua  - prosegue a Fanotto -, ove chi aveva voglia di viaggiare ha scelto contesti che consentivano, seppur con le dovute misure di sicurezza, di vivere un sorta di normalità, con un approccio semplificato e non burocratizzato. La Grecia ha già dichiarato di smarcarsi se dovessero arrivare certe scelte europee".

"Abbiamo chiesto al Ministro che vengano riconfermate le regole della stagione 2020, che sono entrate nel bagaglio culturale e aziendale di tutti. Il Ministro ha capito perfettamente ed è pienamente consapevole della situazione, tanto che non ha votato assieme agli altri colleghi del suo partito il provvedimento".

L’incontro è stato inoltre occasione per ribadire l’importanza dell’ottenimento dello status di “città balneare” attraverso una normativa di settore per le città “a fisarmonica”, che in estate accolgono milioni di persone, con conseguenti ripercussioni sull’ente pubblico e su una serie di servizi e attività, nonché per un approfondimento sul tema legato alla scadenza delle concessioni balneari.

“L’occasione è stata colta anche per sottolineare l’importanza di mettere una parola definitiva sul tema delle concessioni demaniali – conclude il Sindaco Fanotto - Abbiamo chiesto che il Governo chiarisca qual è la posizione del nostro Paese in riferimento alle censure mosse dalla Commissione europea rispetto alla legge sulle proroghe al 2033, in quanto non risulta possibile che siano stati assunti, a seconda dei singoli contesti di riferimento, approcci assolutamente differenziati.”

Il Ministro ha assicurato alla delegazione del G20s che si farà promotore delle diverse istanze emerse.

Vuoi essere sempre aggiornato su tutte le news in tempo reale? Seguici anche sul nostro canale Telegram o sulla nostra pagina Facebook.
Per seguire le dirette di Telefriuli, clicca il tasto LIVE in alto oppure sintonizza il tuo televisore sul canale 11 e 511 HD del digitale terrestre.

Articoli correlati
Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori