All’insegna dei Gironi Danteschi l’ottava edizione della “Notte dei Lettori”

L’edizione 2021 della manifestazione è dedicata a Paolo Maurensig
Paola Treppo

«L’amor che move il sole e l’altre stelle» è il motore dell’ottava edizione de La Notte dei Lettori che si svolgerà a Udine venerdì 9 e sabato 10 luglio 2021, nel 700° anno dalla morte del Sommo Poeta. Il programma del Festival, presentato lunedì 28 giugno a Corte Morpurgo, accenderà piazze e luoghi del libro con 50 eventi in due giorni e 100 protagonisti che incontreranno i lettori di ogni età in una città che sarà suddivisa in “Gironi danteschi” e riunita dal desiderio di ritrovarsi attorno a passioni condivise.

«Si tratta di un’edizione particolare – ha spiegato l’assessore comunale alla Cultura Fabrizio Cigolot – per il periodo in cui si svolge, nel cuore dell’estate e non più a fine maggio, per la gestione dell’evento assunta direttamente dall’Amministrazione cittadina, attraverso la Biblioteca Civica, per la ricchezza del programma e la varietà dei temi, dei luoghi e delle realtà coinvolte; un cartellone curato in ogni dettaglio, rinnovato ed ampliato dalla nuova, vivace direzione artistica, composta da Paolo Medeossi e Martina Delpiccolo». L’assessore ha inoltre ricordato la molteplicità di persone e ambiti riuniti nel Festival: «Un impegno rilevante che in due giorni di fittissimi incontri fa scoprire ed apprezzare il mondo del libro e tutto quel che vi ruota intorno, autori, editori, librai, biblioteche, e che si colloca fra i momenti più significativi del calendario dell’Estate in città 2021, unendo Udine a tanti Comuni del Sistema Bibliotecario del Friuli centrale. Un sentito grazie per il determinante supporto va alla Regione, alle Associazioni di categoria (Confcommercio e Confesercenti), alle librerie, agli editori e ai tanti appassionati collaboratori che hanno reso possibile questa edizione che – sono certo – coinvolgerà tanti lettori e non solo!».

Cristina Marsili, responsabile dell’Unità organizzativa delle Biblioteche comunali di Udine, ha ricordato il successo del percorso di avvicinamento al Festival e la ricchezza di linguaggi che contraddistinguerà la nuova edizione: «Dopo l’Anteprima che si sta concludendo con successo nei Comuni aderenti al Sistema Bibliotecario del Friuli,  la città di Udine è pronta ad accogliere le numerose iniziative che, grazie al prezioso e incessante lavoro dei direttori artistici, verranno proposte ai lettori protagonisti del Festival, dedicato a quanti amano ascoltare le storie e i racconti che scaturiscono dai libri, ma anche dalle persone, dalla musica, dal teatro e dall’arte. In questo senso, il rinnovo del “Patto per la Lettura” sancisce l’istituzionalizzazione di un forte legame fra il Comune e le Associazioni, gli Enti e le Istituzioni, grazie al quale è stata possibile la realizzazione della Notte dei lettori».

Paolo Montoneri, presidente del Sistema Bibliotecario del Friuli, ha commentato così: «Esplosione! Ecco il termine che mi viene immediatamente in mente pensando a questa manifestazione. Un’esplosione di eventi, se pensiamo ai 50 dei due giorni della Notte ed ai 23 di “Aspettando… La Notte”. Questa è l’edizione della rinascita, di quella rinascita tanto attesa che parte non a caso proprio dalla cultura. Una cultura che la direzione artistica ha voluto diffusa, partecipata, coinvolgente. Diffusa geograficamente perché è iniziata con un graduale avvicinamento che ha visto dapprima coinvolte ben 10 biblioteche dell’hinterland udinese per proseguire poi in gran parte del tessuto urbano di Udine. Partecipata perché forte e convinta è stata finora la presenza delle persone. Coinvolgente perché tanti sono gli eventi distribuiti tra i locali, i caffè, i ristoranti, le strade, le piazze, i giardini, i luoghi deputati alla cultura, come biblioteche e librerie. Un’intera città, un’intera comunità culturale coinvolte».

Così il presidente dell’associazione Librerie in Comune Remo Politeo: «La Notte dei Lettori è da anni un momento attesissimo per tutti gli udinesi e non solo, una vera e propria festa partecipata e condivisa. Per le librerie di Udine è stata ed è inoltre l’occasione per collaborare e fare squadra, per trovare obiettivi comuni e l’entusiasmo di aderirvi. Ma è soprattutto la celebrazione di una comunità, quella dei lettori appunto, variegata ed eclettica, curiosa ed appassionata, che riesce in un intento apparentemente impossibile: rendere pubblica e collettiva l’attività più intima di tutte, la lettura, e farne uno spazio aperto di confronto».

Dantesca l’INAUGURAZIONE UFFICIALE DEL FESTIVAL (venerdì 9 luglio, ore 16, Loggia del Lionello). L’ensemble di ottoni del Conservatorio Statale di Musica Jacopo Tomadini sarà un richiamo festoso per tutti i lettori protagonisti della Notte in una Udine raccontata come “Città che Legge” (intervento di Cristina Marsili) e “Città custode del Codice Florio” (intervento di Andrea Tilatti). Ospite Valerio Vernesi per l’Istituto Treccani a illustrare “La Comedia nell’arte”, prima dell’irruzione teatrale del Teatro Incerto: gli attori Fabiano Fantini, Claudio Moretti ed Elvio Scruzzi sorprenderanno il pubblico con “Ce Comedie! L’incjant d’un cjant”, lettura semiseria, in friulano e in italiano, di un canto della Divina Commedia. Il Sommo Poeta finirà sul banco degli imputati il giorno seguente, sabato 10 luglio alle ore 21, Loggia del Lionello durante il “Processo a Dante” con Angelo Floramo che, con sapienza e ironia, pronuncerà la sentenza: condannato, assolto o glorificato? Finirà all’Inferno o in Paradiso? Dalla comicità alla provocazione, passando attraverso diversi aspetti ed espressioni, il tema dantesco si svilupperà anche in numerosi altri appuntamenti per adulti e bambini nelle varie realtà cittadine.

Importante la serata di venerdì 9 luglio che rievocherà Paolo Maurensig, grande scrittore recentemente scomparso, a cui il Comune di Udine ha dedicato l’ottava edizione de “La Notte dei Lettori”. Alberto Garlini, con incanto e competenza, leggerà e commenterà “La variante di Lüneburg” (ore 21, Loggia del Lionello). A seguire (22.30), durante “La musica nel silenzio della violoncellista Giulia Mazza”, dalla città di Udine si alzeranno le note di “Canone inverso” (composto da Ennio Moricone), omaggio al romanzo di Paolo Maurensig, da cui è stato tratto il film.

Gli appuntamenti del Festival animeranno la città a partire dalla mattina di venerdì 9 luglio (Omaggio all’artista e scrittrice Dora Bassi per i 100 anni dalla nascita, Caffetteria Al Vecchio Tram, ore 10) fino al GRAN FINALE di sabato (Loggia del Lionello, ore 22.30) con il recital “La Malaluna. Vite, amori, storia e resistenza di una famiglia di frontiera”, tratto dal romanzo di Maurizio Mattiuzza. In scena l’attrice Carlotta Del Bianco, i musicisti Jacopo Casadio e Davide Sciacchitano, l’ottetto sloveno Barski Oktet, la voce di Margherita Trusgnach. Mattiuzza dialogherà con lo scrittore e drammaturgo Paolo Patui.

Ospite amatissimo Bruno Pizzul (sabato ore 19.30, Loggia del Lionello): appuntamento dal titolo “Balon e poesie” con il grande telecronista friulano che, alla vigilia della finale degli Europei di calcio, si racconterà tra giornalismo, letteratura e passioni.

La Loggia del Lionello ospiterà anche i due prof scrittori Antonella Sbuelz e Andrea Maggi (quest’ultimo in collegamento dal set de “Il Collegio” di Rai2) venerdì alle ore 20 dialogando con Paolo Mosanghini. E sabato alle ore 17 Radio Magica Live presenterà le Mappe Parlanti del territorio con l’illustratore Paolo Cossi.

Due gli appuntamenti in Corte Morpurgo: “Cambio di un’epoca, il grande esperimento” con Ugo Morelli, Gianpaolo Carbonetto e Oscar d’Agostino (venerdì ore 19) e “Scrittori e lettori, ma soprattutto lettori”, confronto condotto da Elena Commessatti tra i 4 autori (Rita Charbonnier, Roberto Cotroneo, Martina Merletti, Michele Vaccari ) al centro dei 4 gruppi di lettura organizzati dalle librerie, insieme ad altre iniziative come le “Cittàzioni” scelte dai lettori che vestiranno i negozi della città, “Faccia Libro”, il selfie con un libro amato tra gli scaffali delle librerie, e la mitica ed attesissima Caccia al tesoro per le vie della città con in palio una carriola di libri, nelle due versioni, adulti (venerdì ore 19) e ragazzi (sabato ore 15), partenza dalla Loggia di San Giovanni.

Tre le passeggiate a tema: “Alla ricerca del libro perduto”, passeggiata proustiana in omaggio ai 150 anni dalla nascita dello scrittore con i direttori artistici del Festival nei luoghi del libro (sabato ore 8.45): librerie, biblioteca, rilegatoria partendo dal Conservatorio Statale di Musica Jacopo Tomadini dove il pubblico sarà atteso dal tenore Emanuele Giannino e dal pianista Riccardo Burato. Altre due passeggiate: “Udine Arti&Mestieri racconta… Far sapere il saper fare”, in collaborazione con Federagit e Promoturismo FVG, “Leggere i sapori e profumi passeggiando per Udine” con Federagit.

“Tito Maniacco. Viaggio tra parole e immagini” è il titolo della mostra allestita al Make Spazio Espositivo di Palazzo Manin, che sarà presentata venerdì alle ore 11.30 (Loggia di San Giovanni) da Danilo De Marco, Luigi Reitani, Fulvio Dall’Agnese. Lettura di Massimo Somaglino.

Ricchissimo il programma per bambini e adulti curato dalla Biblioteca Civica V. Joppi, che si svolgerà in piazza Marconi e nel Parco Fortuna, tra gruppi di lettura, omaggi a Dante e appuntamenti per tutti i gusti, come “Canti viventi” con la partecipazione delle scuole e il rap di DJ Tubet, “Storie della buonanotte” con i volontari Clubtileggounastoria e la giovanissima fisarmonicista Rubina Signorato, “La storia siamo noi” ispirato a Elsa Morante con il gruppo Librandoci, e altro ancora.

Ogni libreria ospiterà, in esterno, appuntamenti dedicati alla lettura e alle varie forme di espressione. Tra gli incontri organizzati da Mondolibri in piazza Venerio, il viaggio con la cantautrice e poetessa Sybell; la Libreria Moderna, tra i vari eventi, darà la possibilità di sperimentare il mestiere di libraio; la Libreria Tarantola, che ha curato vari incontri, ospiterà Matteo Bellotto e Simone Piva per “C’era una volta Sergio Leone”; la Libreria Einaudi giocherà con “Lettere all’editore. Il finale come inizio”; la Libreria Martincigh esporrà l’installazione ad arte di Luigina Tusini. La Notte sarà dei “Lettori ribelli” per la Libreria Feltrinelli e dei “Lettori e lettrici di domani” per la Libreria Friuli. “Maratona di letture” insieme a “Copia & Incolla” al Parco di Via Brescia, ai Rizzi. Questi sono alcuni degli incontri ideati dai librai e dalle libraie della città. Appuntamenti anche al Caffè Caucigh, alla Caffetteria Al Vecchio Tram, al Caffè Tomaso e al Caffè Moderno dove Rocco Burtone darà vita a “Cabaret, il libro che non c’è!”.

Non mancherà il teatro. Andranno in scena “Sette anime” con la regia di Arianna Romano al Parco Ardito Desio, ai Rizzi, e “Nel bel mezzo di un gelido inverno” con la regia di Claudio De Maglio nel cortile interno della Civica Accademia d’Arte drammatica Nico Pepe.

Ai 16 Gironi danteschi localizzati in città, che coinvolgono luoghi suggestivi e 10 librerie ruotanti attorno al cuore della Biblioteca Civica V. Joppi, si aggiungerà l’appetitoso “Girone dei golosi” a cui hanno aderito ben 18 osterie che si sbizzarriranno in un menù dantesco con piatti dai sapori e nomi “divini”, come le “Uova in Purgatorio” per il piacere, il palato e il divertimento dei lettori del Festival.

I direttori artistici hanno inteso coinvolgere la città per un’edizione ispirata a un’idea di cultura alta e insieme popolare, che sconfina dalla sapienza alla leggerezza, con uno sguardo rivolto alle eccellenze del territorio.

Programma dettagliato, variazioni e aggiornamenti sul nuovo sito www.lanottedeilettori.com e sui canali social ufficiali (Facebook e Instagram) della Notte dei Lettori

Potrebbe interessarti anche

@2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306
La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978

Powered by Rubidia