Anche i muri e i pavimenti possono insegnare, svolta didattica a Pradamano

Dopo gli ultimi ritocchi, dal 16 settembre l’edificio di via Udine tornerà ad accogliere i suoi 120 studenti. Tante le sorprese per una delle scuole elementari più belle del Fvg. Mossenta: “Speriamo p...
Giancarlo Virgilio
loading...

Anche i muri e i pavimenti possono parlare e insegnare. Può una semplice camminata trasformarsi in una lezione didattica o civica? A Pradamano lo si sperimenterà nel prossimo anno scolastico.

Formule matematiche, messaggi di benvenuto, planisferi, l’evoluzione dell’uomo e il sistema solare saranno alcuni degli elementi di arredo che accompagneranno i 120 piccoli studenti che dal 16 settembre torneranno a frequentare i corridoi e le classi della scuola primaria di primo grado di Pradamano. Gli stimoli didattici in superficie sono il regalo, a sorpresa, che il Comune a sud di Udine ha pensato di realizzare in vista del rinnovo degli spazi scolastici.

La novità è stata svelata questa mattina in esclusiva a Telefriuli durante un sopralluogo avvenuto per l’imminente riapertura dell’istituto di via Udine, restaurato e reso antisismico grazie ad un consistente fondo da 5 milioni di euro ottenuto grazie ai contributi regionali, europei e ministeriali destinati anche all’efficientemento energetico della vicina scuola media.

La speranza è che questo arredamento catturi l’attenzione dei piccini, li accompagni, inducendoli a ragionare, a memorizzare e a riempire -anche fugacemente- le loro giornate. Anche solo a livello di subconscio, uno sguardo distratto potrà acquisire, giorno dopo giorno, qualche piccola nozione, cosi come una passeggiata attraverso i corridoi potrà trasformarsi in una piccola grande lezione. L’idea è stata suggerita dal sindaco Enrico Mossenta che, prendendo spunto da alcuni dei più nuovi e innovativi istituti del Nord Europa, l’ha proposta alla ditta appaltatrice. “Gli istituti scolastici possono essere a prova di Covid, di sisma e di dispersione energetica, ma possono essere anche piacevoli, stimolanti e confortevoli dal punto didattico”, ha spiegato il primo cittadino illustrandoci l’intento perseguito durante i lavori.

“Sarà una delle prime scuole ad essere inaugurata a seguito delle ristrutturazioni legate all’antisismicità e al risparmio energetico. Speriamo possa diventare un punto di riferimento e di esempio per i rinnovi delle scuole future”.

L’intervista completa nel VIDEO in alto

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia