Fattoria come un lager: animali detenuti in condizioni disumane

La tenuta ospitava diverse specie, tra cui capre, zebù e una cucciolata di cani
Alberto Comisso

Ventitré tra capre e caproni, una cane femmina con i suoi cinque cuccioli, due oche, un’anatra e due zebù sono stati sequestrati oggi dai carabinieri di Trieste, dalla polizia locale e dai veterinari di Asugi con il supporto dell’Oipa.

Gli animali, come risultato dalla perquisizione disposta dalla Procura giuliana in una fattoria di Trebiciano, erano tenuti dal proprietario in condizioni non adeguate, che comportavano agli stessi lesioni e sofferenze.

I cuccioli di cane erano sottopeso, infestati da pulci, denutriti e disidratati; la madre ha avuto bisogno di urgenti cure veterinarie. Gli ungulati, invece, presentavano costato e spina dorsale sporgenti per magrezza.

Il proprietario della fattoria è accusato di maltrattamento di animali e detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura. Per fatti analoghi era già finito a giudizio tra il 2018 e il 2019: il processo si era chiuso con la messa alla prova.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia