Aquileia: il parroco benedice i fiori sulle tombe e prega per i defunti / VIDEO

Cimitero
Paola Treppo

Ad Aquileia, oggi, sabato 11 aprile, in tempo di Covid, benedizione dei fiori deposti e preghiera ai defunti di Monsignor Adelchi.

Sistemazione degli spazi cimiteriali 

“Il Consiglio Comunale unito ritiene che la sistemazione degli spazi cimiteriali e la posa di un fiore in ogni tomba rappresentino un gesto di affetto nei confronti di tutta la comunità e particolarmente di quanti si recano alla tomba dei propri cari in occasione delle festività, coltivando quella “corrispondenza d’amorosi sensi” con i propri defunti che è tradizione consolidata nella nostra cultura, ma ora temporaneamente interrotta”. 

Cura delle aree cimiteriali

Questo il commento del sindaco di Aquileia Emanuele Zorino alla decisione di giunta e consiglieri di maggioranza e opposizione di contribuire alla cura delle aree cimiteriali e all’acquisto di fiori, la cui sistemazione è stata effettuata dagli operai comunali e dalla Protezione Civile locale, a cui è andato il sentito ringraziamento di tutti. In occasione del Sabato Santo, il parroco di Aquileia, Monsignor Adelchi, ha benedetto i fiori deposti e ha pregato per i defunti.

“Ciò facendo – conclude il Sindaco – l’intero consiglio comunale non dimentica le necessità dei vivi, ma ritiene che l’eredità degli affetti spinga a intraprendere azioni di cura dei luoghi che sono così ricchi di significato per tutta la comunità”. 

Non poter portare un saluto ai propri cari

“Capiamo come in questo momento sia difficile per le cittadine e i cittadini non poter portare un saluto ai propri cari nel Cimitero, chiuso a causa dei decreti Covid19. Per questo il consiglio comunale unito ha pensato ad un piccolo gesto, un fiore per ogni sepolcro, unitamente ad operazione di sistemazione delle aree cimiteriali. Un piccolo gesto per l’anima arricchito da un bellissimo momento di raccoglimento e preghiera con Don Adelchi”.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia