40 anni per Arte e Libro Ets: sarà nel G7 sulla disabilità

E' in programma il prossimo 14 ottobre ad Assisi. Oggi l'annuncio della ministra per le Disabilità, Alessandra Locatelli
Redazione

Un bel “regalo” per Arte e Libro ETS, che si occupa, fin al 1984 di realizzare progetti di inserimento lavorativo per persone con disabilità, anche gravi, e che ha festeggiato, questa mattina (venerdì 17 maggio), i suoi primi 40 anni con un evento celebrativo tenutosi all’Eden Park di Udine.

Nell’occasione, infatti, la ministra per le Disabilità, Alessandra Locatelli, intervenuta all’evento, ha illustrato la collaborazione con Arte e Libro quale membro del Team degli ETS coinvolti nel G7 sulla disabilità, programmato per il prossimo 14 ottobre, ad Assisi, sotto la Presidenza di turno italiana.

Un’investitura così prestigiosa e gradita ha un suo retroscena. “A marzo 2023 – rivela Katia Mignogna, presidente di Arte e Libro ETS – avevamo già avuto il piacere di ospitare la ministra Locatelli. Non era stata la solita visita di cortesia: infatti, incontrando i ragazzi al lavoro negli allora quattro laboratori (ora sono cinque), si era cimentata con loro negli assemblaggi, tanto da apprezzarne la manualità e il talento direttamente sul campo. In quella occasione, aveva ricevuto in dono da Arte e libro un coordinato ufficio creato dai ragazzi e, con nostra estrema gioia e stupore, aveva poi postato sul suo profilo Facebook un messaggio in cui spiegava di averlo già posizionato sulla scrivania del suo ufficio! Da allora, è stato tutto un crescendo…”.

Arte e libro ETS è stata infatti invitata a partecipare all’ ExpoAid 2023 a Rimini, “in cui – continua la presidente Mignogna – la ministra ci ha voluti tra i pochi espositori con i nostri prodotti di legatoria, e da qui ci ha poi coinvolto, tra le 13 Cooperative Sociali ed ETS a livello nazionale ed unici in Friuli, per la realizzazione dei doni istituzionali per il G7. Tra i doni in lavorazione c’è il quaderno voluto e ideato dalla ministra nel corso di diversi incontri, che più di tutti simboleggia la diversità, la creatività e l’inclusione perché composto da fogli di diversi colori e forme (a quadretti, a righe, bianchi…). Questo percorso stimolante ha ispirato anche la creazione del nuovo logo di Arte e Libro, composto da forme e colori diversi, che rappresentano i servizi offerti (inserimento lavorativo, formazione, produzione di articoli di legatoria e turismo accessibile). Il payoff recita: L’INCLUSIONE PRENDE FORMA!”.

In Arte e Libro, i ragazzi, trovano dunque formazione e progetti individualizzati, che diventano un supporto concreto nell’inserimento lavorativo e occupazionale. Questo è stato il fulcro dell’evento celebrativo all’Eden Park, che ha puntato proprio a promuovere e valorizzare l’articolo 14, ovvero un processo “win win” che connette virtuosamente Regione, cooperazione sociale e aziende del territorio in favore dell’inclusione sociale e lavorativa delle persone fragili.

Un’unione di intenti che è stata coralmente sottolineata, nei saluti istituzionali, da: Alessandro Venanzi, vicesindaco del Comune di Udine, Anna Mareschi Danieli, vicepresidente di Confindustria Udine, Anna Zilli, professoressa del Dipartimento di Scienze giuridiche dell’Università di Udine, Simone Zorzi, dirigente dei servizi delegati per la disabilità Asufc, Serena Mizzan, presidente di Confcooperative Alpe Adria, Michela Vogrig, presidente di Legacoop FVG, Aldo Galante, presidente del Comitato di Udine della Consulta regionale delle persone con disabilità e delle loro famiglie, nonché presidente della Comunità Piergiorgio, e Riccardo Riccardi, assessore regionale alla Salute, politiche sociali e disabilità. Anche il presidente della Regione, Massimiliano Fedriga, ha inviato un videomessaggio.

Il ministro Locatelli ha partecipato anche a una tavola rotonda, moderata da Alessandra Salvatori, alla quale hanno partecipato il presidente della Cciaa di Pordenone e Udine, Giovanni Da Pozzo, il fondatore e presidente di PMP Industries, Luigino Pozzo, e Giorgio Barzazi di Fantoni Spa. Un videomessaggio è stato inviato anche dal fondatore e presidente di Biofarma Group, Germano Scarpa, che ha annunciato il varo di un nuovo progetto con Arte e Libro denominato Academy. Focus della tavola rotonda è stata la convenzione tripartita, il cosiddetto articolo 14 della Legge Biagi, che unisce appunto tre soggetti: l’azienda obbligata all’assunzione di persone con disabilità ai sensi della legge 68/99, la cooperativa sociale di Tipo B (inserimento lavorativo di persone con disabilità legge 381/99) e la Regione FVG quale garante dell’accordo.

In sintesi: l’azienda obbligata ha la facoltà di affidare commesse di lavoro alle cooperative sociali di tipo B, che assumono come propri i lavoratori con disabilità.

Così facendo l’azienda obbligata ottempera al suo obbligo, ma soprattutto trova soddisfazione nel dare lavoro alla cooperativa sociale, che assume i lavoratori inserendoli in progetti individualizzati e a loro misura, rendendoli così davvero “produttivi” in quanto inseriti in contesti protetti coadiuvati da personale formato e motivato, a svolgere la funzione di tutor di mestiere. Ma non basta. In questo modo le aziende, ricevendo il lavoro svolto al pari di altre imprese, partecipano attivamente anche all’agenda 2030, sostenendo così gli obiettivi della responsabilità sociale d’impresa e, non da ultimo, sono esonerati dalle sanzioni previste in caso di inottemperanza degli obblighi di assunzione.

“Due anni fa – conclude la presidente Mignogna – abbiamo ingranato la marcia giusta: cambiato l’assetto organizzativo, siamo passati da 16 lavoratori del 2021 agli attuali 50 di cui oltre il 75% persone con disabilità, a cui si aggiungono i ragazzi in formazione ed in tirocinio che ci portano ad accogliere poco meno di un centinaio di persone. Se poi includiamo i ragazzi del Fuorionda, ragazzi con disabilità, anche grave, che portiamo in vacanza, superiamo le 160 persone. Per raggiungere questo scopo, abbiamo tessuto forti e importanti legami con il territorio, sia dal punto di vista sociale che economico, realizzando importanti progetti di Inserimento lavorativo per persone con disabilità, anche grave. Arte e Libro, in merito all’utilizzo dell’Articolo 14, è orgogliosa e grata delle importanti e strette collaborazioni con eccellenze del territorio, importanti e conosciute aziende come: Biofarma di Mereto di Tomba, PMP Industres di Coseano, Danieli di Buttrio, Ramo di Povoletto, per complessivi 25 lavoratori con disabilità assunti su 50 lavoratori citati prima, di cui, ricordo, il 75% sono lavoratori con disabilità”.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia