Bando di idee per salvare l’ex caserma Sbaiz di Visco

La struttura è stata dismessa dall’Esercito nel 1996 e affidata al Comune nel 2001. Nella seconda guerra mondiale è stato un campo di internamento per popolazioni jugoslave
Rossano Cattivello

Il Comune di Visco sta preparando un bando per un concorso di idee sul possibile recupero e fruizione della caserma Sbaiz, la grande struttura militare dismessa dall’Esercito nel 1996. È un’operazione di cui si parla da tempo e che è complicata non solo per le notevoli dimensioni dell’area, ma anche perché insistono diversi vincoli storici in quanto, durante la seconda guerra mondiale, è stato campo di internamento per le popolazioni jugoslave. L’amministrazione regionale ha appena messo a disposizione 20mila euro per finanziare il bando di idee.

Una linea di partenza piuttosto che un traguardo di arrivo secondo il sindaco del piccolo Comune, Elena Cecot, in quanto – anche individuato un modello di riutilizzo – andranno superati i limiti legati ai vincoli della sovrintendenza e reperite poi le risorse necessarie finanziarie per la redazione del progetto e l’effettiva esecuzione dei lavori. In attesa di una svolta, comunque, anche quest’anno i cancelli della caserma si sono riaperti per accogliere i militari, sia di carriera sia di leva, che hanno prestato servizio nel battaglione logistico Pozzuolo del Friuli, ultimo reparto a essere qui acquartierato. Dopo l’alzabandiera, è stata deposta una corona d’alloro al monumento dell’autiere, spostandosi poi nei pressi del monumento che ricorda il dramma dell’epoca fascista per un momento religioso di preghiera.

Potrebbe interessarti anche

@2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306
La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978

Powered by Rubidia