Beccato al Parco del Cormor. Droni in volo alla ricerca di trasgressori a Udine

Firmata oggi dal sindaco Fontanini l'ordinanza valida su tutto il territorio comunale
Giancarlo Virgilio
loading...

Anche a Udine sono partiti i controlli serrati da parte delle forze dell’ordine per il rispetto delle misure di contenimento decise ieri dal presidente della Regione Fedriga. Questa mattina, il sindaco Fontanini ha emanato un’ordinanza che vieta l’accesso e l’utilizzo delle aree verdi fino al 3 aprile e anticipa l’utilizzo anche dei droni al fine di controllare i parchi cittadini e gli spostamenti sul territorio comunale. L’inadempienza alle prescrizioni contenute nell’ordinanza sarà punita ai sensi dell’articolo 650 del Codice Penale. Non una semplice multa, insomma, ma un reato penale vero e proprio. Il controllo del rispetto delle nuove disposizioni è affidato al Corpo di Polizia Locale e alle Forze dell’Ordine.

Solamente oggi, la Polizia Locale ha ritirato le autocertificazioni a 157 persone, controllato 5 esercizi commerciali e denunciato penalmente tre persone. Tra i denunciati anche un pakistano, trovato privo di una valida giustificazione all’interno del parco del Cormor e sorpreso grazie all’utilizzo dell’occhio elettronico del drone. A parlarcene nel video è l’assessore alla sicurezza Alessandro Ciani.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia