Dal Friuli a Berlino in bici. Viaggio nel segno della memoria e della solidarietà

L’udinese Andrea Fuccaro oggi arriverà a destinazione, dopo aver percorso circa 1200 chilometri e aver ritrovato la baracca del campo di concentramento dove fu rinchiuso il nonno
Giancarlo Virgilio
loading...

1200 chilometri in bicicletta in solitaria alla volta della capitale della Germania, passando per il campo di concentramento di Dora Mittelbau, vicino al capoluogo della Turingia, a sud della catena montuosa dello Harz.

È partito 9 giorni fa da Valbruna Andrea Fuccaro, 44enne di Udine appassionato di ciclismo da strada, nella vita attivo nel campo farmaceutico. 130 i chilometri al giorno affrontati. Un percorso a ritroso nel tempo, per raggiungere un luogo caro ad un amico scomparso e per ripercorrere il viaggio di sofferenza vissuto dal nonno, friulano della Canal del Ferro, imprigionato durante la Seconda Guerra Mondiale, sopravvissuto alle sofferenze dei lager nazisti.

Proprio oggi Andrea arriverà a Berlino, ma da domani dovrà affrontare il ritorno verso il suo Friuli. Una vacanza particolare, autofinanziata e senza sponsor, nel segno della fatica, del ricordo e della solidarietà. La lunga traversata, infatti, è accompagnata da una raccolta fondi destinata ad Hattivalab, che permetterà di trasformare ogni chilometro percorso in centesimi. Il crowdfunding è gestito direttamente dalla Cooperativa Sociale di Udine e andrà a sostegno del progetto Crisalide, finalizzato all’acquisizione di un software di valutazione e riabilitazione delle funzioni esecutive per i ragazzi con DSA, ovvero affetti da disturbi specifici dell’apprendimento.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia