Home / News / Bilancio Fvg, 265 milioni di euro in più rispetto la Finanziaria 2020

Bilancio Fvg, 265 milioni di euro in più rispetto la Finanziaria 2020

La destinazione di 158 milioni è già stata definita, mentre 107 sono ancora da allocare

Ci sono 265 milioni di euro in più a disposizione rispetto la Finanziaria 2020. La destinazione di 158 di essi è già stata definita, mentre 107 sono ancora da allocare, poiché il loro destino è legato anche alle scelte che il Governo nazionale sta prendendo in merito alle misure fiscali con la previsione di importanti modifiche relative a Irpef e Irap.

Questi i numeri resi noti dall'assessore regionale alle Finanze, Barbara Zilli, nel corso dei lavori della I Commissione consiliare, presieduta da Alessandro Basso (FdI) e integrata dai presidenti delle altre Commissioni permanenti, durante l'illustrazione da parte della Giunta degli strumenti della manovra di bilancio 2022. -

La sessione di Bilancio ha dunque preso il via, ponendo l'attenzione sui contenuti della Nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza regionale (Defr) 2022 e dei disegni di legge 149 (Legge collegata alla manovra di bilancio 2022-24), 150 (Legge di stabilità 2022) e 151 (Bilancio di previsione per gli anni 2022-24).

"La lettura del Defr - ha premesso Zilli - chiarisce che, dopo la grave crisi iniziata nel 2020, abbiamo registrato un'importante ripresa nella prima metà di quest'anno. Secondo l'indicatore trimestrale dell'economia regionale elaborato dalla Banca d'Italia, la crescita del prodotto nel primo semestre sarebbe prossima al 12% e, quindi, superiore a quella stimata dall'Istat a livello nazionale (7,6%). Secondo i dati di Confindustria Fvg, la produzione industriale è aumentata di un quarto. Le esportazioni sono invece cresciute di circa il 28%. Le costruzioni hanno contribuito al grande recupero del mercato immobiliare, mentre ha beneficiato anche il settore turistico".

I consumi delle famiglie sono in ripresa e prossimi al livello medio nazionale (+3,2%), mentre i mutui immobiliari sono cresciuti in modo importante (+5,2%) insieme al credito al consumo (3,2% contro le 0,2% del dicembre 2020). Anche i prestiti concessi da banche e società finanziarie ai residenti sono stabili, grazie al miglioramento delle condizioni economiche e delle misure governative di sostegno.

Zilli ha ricordato che "si tratta di una manovra di bilancio caratterizzata da un incremento rispetto quella precedente. Le risorse trovano ragione grazie al tema delle entrate che, superando la crisi sanitaria ed economica, ha portato nel 2021 a un aumento del gettito tributario. Il secondo elemento è attinente alla spesa e ai minori stanziamenti previsti a copertura delle misure di concorso alla finanza pubblica dopo l'accordo favorevole siglato con lo Stato. Inoltre, vengono poste importanti risorse per la programmazione europea".

L'assessore ha evidenziato che "le risorse disponibili sono assolutamente superiori rispetto all'approvata Finanziaria 2020. Oltre ai 158 milioni già allocati, quindi, attendiamo indicazioni complete sulle possibilità di utilizzo degli altri 107 per i quali abbiamo fatto una previsione legata all'eventuale gap. La manovra potrà quindi irrobustirsi da qui all'Aula".

I 158 milioni andranno dunque a finanziare canali già in essere: 25 per supportare la nuova norma sulla famiglia, mentre anche le politiche legate al lavoro prevedono nuovi apporti. Rispetto a quanto attribuito nel 2020, dunque, ulteriori 4 milioni saranno appannaggio dell'ambiente (1 per la manutenzione dei corsi d'acqua, 2 per i dragaggi e 1 per l'Arpa), 5 del bacino cultura e sport (4 per la gestione degli Eyof, 500mila per Go 2025, 350mila per manifestazioni sportive e il resto per progetti arti figurative), 43 mln degli Enti locali per la spesa corrente dei Comuni e 10 per la spesa legata al personale non dirigente, della direzione Infrastrutture e territorio (+20 sul tema della casa) e 4.3 milioni per Trenitalia. Altri 13 mln saranno così suddivisi: 3 per l'Autorità portuale, 3 per la viabilità regionale di Fvg Strade, 2 per il Fondo edilizia scolastica, 2 per il Fondo progettazioni Pnrr, 1 per le strade comunali e 2 per la riqualificazione dei centri minori sotto 30mila abitanti.

Le attività produttive godranno di ulteriori 5 mln (3 per i contributi a piccole e medie imprese, 1 per le imprese industriali, ossia la legge Sabatini, e 1 per i grandi eventi). Le risorse agroalimentari, invece, pur contando su una dotazione già prevista a parte nell'assestamentino (il ddl 152 Assestamento Tris), usufruiranno di ulteriori 3 mln, mentre la direzione Salute potrà utilizzare altri 20 mln per il fondo sanitario e 1.3 per l'abbattimento delle rette sulla residenzialità degli anziani. Le altre direzioni, infine, usufruiranno delle stesse dotazioni della Finanziaria 2020.

A illustrazione conclusa, alcune richieste di spiegazione sono state avanzate dai dem Roberto Cosolini ed Enzo Marsilio che si è concentrato soprattutto sul Fondo di progettazione del Pnrr e sulle esigenze dell'edilizia scolastica. Massimo Moretuzzo (Patto per l'Autonomia) e Tiziano Centis (Cittadini) si sono soffermati soprattutto sugli enti locali, mentre all'analisi numerica molto tecnica di Cristian Sergo (M5S) ha fatto eco Furio Honsell (Open Sinistra Fvg) che ha chiesto chiarimenti sulle risorse a disposizione della famiglia, sulle politiche attive del lavoro e della montagna.

Nel corso della seduta è stato audito in modalità telematica il presidente pro tempore del Consiglio delle autonomie locali (Cal), Roberto Revelant, che ha ribadito il parere positivo sui ddl 149, 150 e 151 già espresso dalla Commissione dell'organismo da lui rappresentato.

Come di consueto, i documenti della sessione di bilancio passeranno al vaglio delle varie Commissioni per l'esame delle parti di merito. La I Commissione si riunirà nuovamente per l'esame degli strumenti nelle giornate di mercoledì 1 e giovedì 2 dicembre nonché, eventualmente, anche venerdì 3.

Vuoi essere sempre aggiornato su tutte le news in tempo reale? Seguici anche sul nostro canale Telegram o sulla nostra pagina Facebook.
Per seguire le dirette di Telefriuli, clicca il tasto LIVE in alto oppure sintonizza il tuo televisore sul canale 11 e 511 HD del digitale terrestre.

Articoli correlati
Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori