Bimbo morto a Vivaro. Funerali il 2 ottobre

La Procura di Pordenone ha concesso il nullaosta per la sepoltura del piccolo di 10 anni morto venerdì scorso a Vivaro causa dell’esplosione di un ordigno
Daniele Micheluz
loading...

La Procura di Pordenone ha concesso il nullaosta per la sepoltura del bimbo di 10 anni, morto venerdì scorso a Vivaro causa dell’esplosione di un ordigno mentre si trovava nell’officina del nonno, rimasto gravemente ferito nello scoppio.

I funerali sono stati fissati per lunedì 2 ottobre alle 15.30 nella chiesa parrocchiale del paese. Ieri il medico legale Lucio Bomben ha eseguito l’autopsia e una serie di esami sulla salma del piccolo. Il referto sarà trasmesso a breve alla Procura guidata da Maria Grazia Zaina e sarà utile a ricostruire nel dettaglio i momenti del dramma. L’unico testimone della tragedia rimane il nonno, che nei giorni scorsi è uscito dalla terapia intensiva dell’ospedale di Pordenone e potrà raccontare la sua versione agli inquirenti non appena sarà in grado, dal punto di vista fisico e psicologico, di farlo.

Il fascicolo è in mano al sostituto procuratore Andrea Del Missier: l’uomo è indagato per omicidio colposo e detenzione di esplosivi. Le indagini proseguono, per stabilire quale tipo di ordigno sia esploso, perché l’uomo l’abbia portato in casa e se lo abbia maneggiato prima dell’esplosione. Tutta la comunità di Vivaro, con il primo cittadino Mauro Candido in testa, è ancora fortemente scossa dalla vicenda. Il primo cittadino ha proclamato il lutto cittadino per il girono delle esequie. 

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia