Bimbo soffre di broncospasmi, visita fissata ad aprile 2021

Controllo allergologico pediatrico programmato fra quasi due anni
Giancarlo Virgilio

‘Benevenuti’ nella sanità friulana.

Tempi di attesa eterni per una mamma friulana che ha provato a fissare una visita allergologica privata con l’ospedale di Udine.

La sanità pubblica regionale, si sa, non sta vivendo un bel momento (mancano camici bianchi, primari, e si cerca di stringere la cinghia sui servizi non necessari) e chi non ha priorità o urgenze sa perfettamente che gli appuntamenti potrebbero essere fissati anche a oltre un anno di distanza. Trovarsi però una visita fissata fra quasi due anni fa abbastanza impallidire gli utenti, costretti giocoforza a rivolgersi alle strutture private convenzionate.

È quello che è capitato a una mamma della provincia friulana.

Ieri, appena ha provato a fissare la data per un allergo-test al Cup, si è vista programmare l’appuntamento ad aprile 2021. Fra poco meno di due anni, dunque, se questa madre decidesse di proseguire le visite utilizzando le sole strutture ospedaliere del nosocomio Santa Maria di Udine, potrebbe sapere se suo figlio soffre o meno di qualche allergia o patologia.

“Mio figlio ha 8 anni – ci spiega la donna -. Siccome ha avuto, specialmente in primavera, episodi di broncospasmo, la pediatra ha previsto di fare una valutazione allergologica, ma senza priorità. Quindi ieri, quando ho chiamato il Cup, la srpresa”.

Potrebbe interessarti anche

@2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306
La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978

Powered by Rubidia