Home / News / Brooklyn e Udine in lutto, è morto Antonio Volpe Pasini

Brooklyn e Udine in lutto, è morto Antonio Volpe Pasini

"Il giornalismo italiano e italoamericano hanno perso una grande firma"

Mondo del giornalismo in lutto per la scomparsa di Antonio Volpe Pasini, udinese trapiantato da anni negli States, fratello dell'imprenditore Diego e di Lucilla.

Aveva 64 anni e dal suo arrivo a New York, aveva iniziato a lavorare scrivendo articoli sullo sport d'oltreoceano, prima per il Corriere dello Sport, poi per Tuttosport. Ben presto iniziò anche a collaborare quotidianamente per America Oggi, quotidiano in lingua italiana pubblicato in New Jersey, di cui era stato anche vicedirettore. 

Gli amici stretti lo ricordano come un giornalista veloce, creativo, contagioso, dalla grande scrittura, oltre che bello, simpatico e generoso. Emigrò nella grande mela per amore, per seguire l'ex moglie hawaiiana. Struggente il ricordo dei colleghi. Fra tutti, Massimo Lopes Pegna della Gazzeta dello Sport, con il quale Antonio ha condiviso anni di lavoro e di vita da emigrati.

"Antonio parlava inglese come fosse la sua prima lingua con accento britannico e gli piaceva far finta di essere inglese - scrive su Facebook l'amico Lopes Pegna -. Un lord inglese. Aveva qualcosa di aristocratico Antonio. Non potevi non volergli bene. Non sono uno che si commuove facilmente. Oggi l'ho fatto".

"Addio ad Antonio Volpe Pasini, un giornalista che New York ha reso di razza", ricorda il collega della redazione di America Oggi, Giuseppe Sacchi. "Il giornalismo italiano e italoamericano hanno perso una grande firma".  

Fotografia tratta dal profilo Facebook del compianto Volpe Pasini. 

Vuoi essere sempre aggiornato su tutte le news in tempo reale? Seguici anche sul nostro canale Telegram o sulla nostra pagina Facebook.
Per seguire le dirette di Telefriuli, clicca il tasto LIVE in alto oppure sintonizza il tuo televisore sul canale 11 e 511 HD del digitale terrestre.

Articoli correlati

TOP 5

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori