Canicola record: a Udine e in montagna i picchi. Lavoratori Electrolux in sciopero

Marco Virgilio: "Zero termico a 4512 metri, a Forni di Sopra 35 gradi, Tarvisio 34,5 e un impressionante 27.6 sul monte Lussari"
Redazione

l caldo africano di questi giorni sta facendo impallidire i record precedenti sull’intera Penisola, Friuli Venezia Giulia compreso. Se Udine registra il picco del mese di giugno con 37 gradi, il vero dato strabiliante, nonché altrettanto preoccupante, è quello relativo alla montagna friulana. “Oggi un radiosondaggio da record porta la quota dello zero termico a 4512 metri – ci spiega il meteorologo Marco Virgilio -. Oggi è anche record assoluto per le temperature registrate in montagna. Superati svariati record assoluti come a Forni di Sopra (35 gradi), Tarvisio (34,5 gradi) e, con un impressionante 27.6 sul monte Lussari. Oltre al record di Udine, in pianura le temperature hanno oscillato tra i 36 e i 38 gradi”.  “Nel week-end il caldo si attenuerà un po’ – afferma Virgilio – anche se resteremo su valori ben superiori alle medie del periodo”.

Porcia

E il toppo caldo ha fatto scioperare i lavoratori dell’Electrolux di Porcia che oggi hanno allungato la pausa di mezz’ora, anche se la loro richiesta era stata rifiutata dall’azienda. Domani è previsto un altro stop, ma dimezzato.  “Abbiamo allungato le pause di qualche minuto, in particolare quella del pranzo, passando dai 40 ai 50 minuti – racconta Walter Zoccolan rappresentante della Fiom Cigl -. Lo avevamo chiesto ai vertici dell’azienda ma ci è stato negato perché non sussistevano, a loro dire, le condizioni. Ci è stata data però la frutta, come da accordi” In realtà già ieri i lavoratori avevano manifestato disagio, ma avevano stretto i denti sperando in un’apertura da parte della dirigenza. Al no, è scattato lo sciopero, che sarà riproposto anche domani, anche se con un minutaggio differente, visto che ci saranno solo turni da 6 ore: 6-12 e 12-18, per cui non è prevista la pausa mensa. In tutto, venerdì i lavoratori si asterranno dal lavoro per una quindicina di minuti. E in futuro? “Se farà ancora così caldo – spiega Zoccolan – siamo pronti a fermarci ancora. Da metà luglio a metà agosto, tuttavia, ci sarà solo il turno della mattia, per ui la situazione potrebbe essere più gestibile. In ogni caso speriamo l’azienda comprenda quanto difficile, anche a livello psicologico, stare in linea, con questo caldo, mentre si lavora in ambienti surriscaldati”.

 

Potrebbe interessarti anche

@2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306
La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978

Powered by Rubidia