Primo step per il ‘Carnera’ del futuro: previsto un involucro frangisole 

Il Comune ha presentato il progetto del nuovo palasport cittadino per accedere ai fondi regionali
Redazione

La Giunta comunale di Udine, su proposta dell’Assessora allo Sport Chiara Dazzan ha approvato un progetto relativo al palasport Carnera, allo scopo di poter presentare successiva istanza di contributo alla Regione, nella cornice della legge 22 del 2022. Il progetto fa seguito ad una previsione di contributo arrivata proprio dalla direzione centrale Cultura e Sport, dedicata allo storico impianto udinese, per il finanziamento dei lavori di ammodernamento, efficientamento energetico e manutenzione straordinaria. “Ai fini della concessione del contributo” spiega l’Assessora Chiara Dazzan “era necessario che il Comune presentasse un progetto contenente la descrizione dell’opera da realizzare, il quadro economico e il cronoprogramma degli interventi. Il termine inderogabile era stato fissato per il 18 di ottobre. Gli uffici comunali hanno quindi redatto un importante piano di interventi per un valore di circa 3 milioni e 660mila euro”.

Il corposo programma di riqualificazione riguarda sia l’aspetto estetico sia quello dell’efficientamento energetico, oltre che l’adeguamento dell’impianto alla possibilità di ospitare eventi extra sportivi. La capienza del palasport infatti, dopo l’ultima ristrutturazione è stata portata a 3.419 spettatori.

Il nuovo piano prevede una riqualifica sia di tipo architettonico che energetico oltre che alcuni interventi di tipo funzionale. Innanzi tutto verranno sostituiti tutti gli infissi, risalenti agli anni 70, ormai non più riparabili e dotati di ombreggianti per evitare l’eccesso di luce all’interno, che ormai non svolgono più la loro funzione. Per lo stesso motivo è stata ipotizzata una nuova ritinteggiatura esterna, accompagnata dall’installazione di un innovativo involucro frangisole in materiale metallico che smorzerà l’effetto di abbagliamento all’interno del campo. Verranno utilizzate speciali lamelle orientabili in maniera automatica, capaci di preservare un clima più fresco all’interno dell’edificio e contestualmente di avere un aspetto estetico accattivante.

L’assenza di un impianto di climatizzazione è un altro problema che il pacchetto di interventi andrà a risolvere: il Carnera verrà dotato di un nuovo impianto di condizionamento estivo ed invernale che consentirà risparmi di spesa, benessere e qualità dell’aria e dell’umidità, oltre che un minor degrado della struttura. Tutta l’illuminazione sarà poi sostituita con lampadine a Led, aumentando il grado di ecosostenibilità dell’impianto.

Il parquet interno, prefinito in legno di betulla, pur ripristinato nel 2019, risulta già in cattive condizioni e ha la necessità di essere sostituito. L’ipotesi è quella di adottare una pavimentazione in grado di sopportare carichi elevati, in particolare strutture temporanee e palchi. 

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia