Caso Radiators all’attenzione del Governo Meloni

Interrogazione della deputata Serracchiani. La dem chiede un piano industriale e misure di solidarietà per salvare i 40/50 posti di lavori a rischio
Redazione

Il taglio del personale previsto alla Radiators di Moimacco è una misura necessaria per mantenere l’azienda competitiva e garantire continuità e competitività.  

A confermarlo è stato l’amministratore delegato dell’azienda, Stefano Valente, che venerdì scorso si è incontrato con l’assessore regionale alle attività produttive Sergio Bini.   

L’ad di Radiators ha confermato che, vista la contrazione di domanda, la riorganizzazione dell’azienda prevede una riduzione dell’organico di 40/50 unità.  

Un sacrificio necessario, ha riferito l’amministratore, anche in vista delle significative flessioni di mercato attese per il prossimo biennio. “L’assetto organizzativo, il piano di investimenti, le nuove attività commerciali in essere, nonché il continuo processo di ricerca e sviluppo, consentiranno al sito di Moimacco di rimanere competitivo anche nei prossimi anni”, ha spiegato Valente rimarcando la centralità dello stabilimento e gli importanti investimenti messi in essere negli ultimi dodici mesi, che hanno reso lo stabilimento friulano il più avanzato tecnologicamente tra le aziende del settore.  

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia