Chiusura punto nascita di Palmanova, Martines: «Giocano sulla salute di mamme e bambini»

Il sindaco della città fortezza non ci sta: «Mai visto tanto disprezzo per l’opinione della gente. I cittadini sono con noi in questa lotta»
Redazione

“È una vergogna unica. Mai visto tanto disprezzo dell’opinione della gente, dei contributi degli operatori medici e delle amministrazioni del territorio rappresentanti da 23 sindaci. Massimiliano Fedriga ha commissionato il delitto. Riccardo Riccardi lo ha eseguito con cinica puntualità e sprezzo delle regole e della salute delle persone, giocando con la salute di mamme e bambini. Quando la Lega di Monfalcone ordina, tutti gli altri eseguono. E sono ancora più amareggiato dai consiglieri regionali del nostro territorio che hanno votato a fare di questa scelta assurda”. Questa la prima reazione del Sindaco di Palmanova Francesco Martines alla notizia della chiusura, da parte della Regione, del Punto Nascita di Palmanova.
“Metteremo in campo tutte le azioni possibili affinché si possa imporre ai regionali di tornare indietro sulla decisione. I nostri legali sono al lavoro. Stiamo valutando a breve altre azioni eclatanti. Ma per far rispettare la legge e salvaguardare la salute e la sicurezza delle mamme e dei neonati, abbiamo bisogno di tanto aiuto da parte di tutti, anche operatori e sindaci del territorio. I cittadini sono con noi in questa lotta” aggiunge il Sindaco.
Che conclude: “È in gioco il futuro di questo ospedale. L’Ordine del giorno che presenteranno per modificare la missione della sede palmarina è una mera buffonata che possono fare a meno di votare. Latisana, se mai aprirà, farà appena 350 parti e nel giro di due anni chiuderanno anche loro e di questo ne gioveranno solo Udine e Monfalcone (che rischia la chiusura per mancanza di parti)”.

Potrebbe interessarti anche

@2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306
La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978

Powered by Rubidia