Cimolai Technology ricrea la celebre trave di New York

L’attrazione, inaugurata oggi, permette ai visitatori di sedersi su una particolare asse e di ricreare la famosa fotografia del 1932
Daniele Micheluz

C’è anche la firma della pordenonese Cimolai Technology nel progetto “La trave” realizzato al Rockfeller Center di New York.

C’è anche la firma della pordenonese Cimolai Technology nel progetto “La trave” realizzato al Rockfeller Center di New York. L’attrazione, inaugurata oggi, permette ai visitatori di sedersi su una particolare asse e di ricreare la famosa fotografia del 1932 che mostra 11 operai che pranzano su una trave d’acciaio a 850 piedi dal suolo. Lo scatto pubblicitario fu realizzato durante la costruzione del 69° piano del Rockefeller Center.

L’azienda guidata da Roberto Cimolai ha contribuito al progetto che consiste in due travi esteticamente identiche a quella immortalata dall’obiettivo di Ebbets, in grado di accogliere sette persone ciascuna, assicurate da un sedile e una cintura quasi invisibili. Un sistema di sicurezza di ultimissima generazione, monitorato da un sofisticato congegno di controllo, sviluppato anch’esso da Cimolai Technology.  Il biglietto per provare la nuova attrazione costa 160 dollari. L’intera commessa, del valore di 4 milioni di euro,  è stata realizzata in Italia tra gli stabilimenti di San Quirino e Carmignano di Brenta. 

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia