Al cinema con la divisa della Wermacht, è polemica

E' successo a Spilimbergo, e ora il caso approderà in Parlamento
Marco Pasquariello

Sinistra Italiana, per voce del suo segretario nazionale Nicola Fratoianni, presenterà una interrogazione parlamentare su quanto accaduto nei giorni scorsi a Spilimbergo, prima al centro di un polverone social e ora politico. Durante la proiezione del film “Il Comandante”, nelle sale in questi giorni, al cinema Miotto di Spilimbergo in sala erano presenti alcune persone che indossavano varie divise storiche della Seconda Guerra Mondiale, tra cui anche alcune della Wermacht. “Si trattava di una iniziativa concordata con dei rievocatori storici di professione” ha detto Bruno Cinque, che l’ha organizzata “che mirava ad arricchire la serata, non certo a creare tutto questo polverone”.

“Non eravamo assolutamente a conoscenza di questa iniziativa” ha commentato il sindaco di Spilimbergo Enrico Sarcinelli “e ne siamo totalmente estranei”.

La cosa è stata rilanciata sui social, e il tam tam digitale ha coinvolto prima il segretario regionale di SI Sebastiano Badin, che ha annunciato l’interrogazione, e poi i vertici nazionali. “E’ ora di finirla con la paccottiglia fascista” ha commentato Fratoianni “immagino che il questore di Pordenone abbia già dato indicazioni per identificare gli autori di questa geniale – si fa per dire – messinscena”.

Dello stesso avviso anche la deputata Debora Serracchiani, responsabile Giustizia del Partito Democratico “Questa messa in scena ha un aspetto grottesco e preoccupante” ha detto l’onorevole, che ha annunciato che chiederà spiegazioni al ministro Piantedosi.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia