Colpo al Bennet: inseguito e arrestato uno dei tre ladri

Si tratta di un ragazzo di 24 anni di Basiliano. Aveva rubato tonno e caffè per 300 euro
Redazione

Nella tarda serata di sabato i carabinieri dell’aliquota Radiomobile di Sacile, insieme ai colleghi di Pordenone, hanno arrestato per furto aggravato in concorso un 24enne domiciliato a Basiliano.

Intorno alle 19.30 era arrivata una chiamata al 112 con una segnalazione giunta del responsabile del supermercato Bennet, all’interno del centro commerciale “I salici” di viale Europa, a Sacile.

Erano stati notati tre ragazzi che si aggiravano con fare sospetto nei camerini e tra le corsie degli alimentari. Il gruppetto si era dileguato velocemente. Era stato notato con vistose borse piena di merce. Quando avevano pagato in cassa solo un pacchetto di caramelle.

I carabinieri hanno visto subito i fuggitivi vicino al cavalcavia: stavano uscendo da uno stabile abbandonato ed erano scappati velocemente tra la vegetazione e la zona industriale. Uno di loro è stato rincorso da uno dei militari, scavalcando recinzioni di diverse aziende, senza fermarsi nonostante le numerose intimazione al fermo. 

Il ragazzo si è trovato poi sbarrata la via e fuga da altri carabinieri che erano intanto sopraggiunti a rinforzo dal Radiomobile di Pordenone. È stato bloccato e arrestato. Nascosto sotto una siepe, ricoperto dal fogliame, nella casa abbandonata adiacente il centro commerciale, i carabinieri hanno rinvenuto un borsone contenente numerose confezioni di alimentari tra cui tonno e caffè per un valore di circa 300 euro. Tutto rubato al supermercato Bennet. 

I beni sono stati restituiti al punto vendita e adesso sono in corso le indagini per identificare gli altri complici del 24enne finito in arresto. Il ragazzo è ai domiciliari nella sua dimora di Basiliano, in attesa del giudizio per direttissima che si terrà nella giornata di oggi, lunedì 24 giugno.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia