Comprata per pochi euro, gli ‘tolgono’ 40mila km e la vendono come auto da super affare

Padre e figlio titolari di due ditte individuali che operano nel settore della compravendita di auto sono stati denunciati dalla Guardia di Finanza
Paola Treppo
loading...

I militari della Guardia di Finanza di Pordenone, in stretta collaborazione con la Procura del Capoluogo del Friuli Occidentale, hanno controllato nei giorni scorsi un veicolo, a Pordenone, durante i normali monitoraggi per il contenimento della pandemia.

A bordo del mezzo un uomo di etnia Rom, titolare di una impresa individuale che opera nel commercio di autovetture. Quest’ultimo ha dichiarato di essere in procinto di consegnare un mezzo a un cliente, per conto del padre, anche questi (il padre), titolare di un’altra impresa individuale che opera nello stesso settore.

Un controllo eseguito in banca dati, ha permesso di accertare che il mezzo era stato sottoposto a revisione periodica biennale il 12 marzo scorso, con una percorrenza di 167.541 chilometri.

È emerso che era stato acquistato dai due uomini da una concessionaria di Conegliano, il 15 novembre 2020, con una percorrenza di 178.176 km, comprato a un prezzo di 1.120 euro. Sottoposto a una nuova revisione periodica il 24 novembre scorso, sebbene la precedente fosse ancora valida, è risultato “magicamente” con una percorrenza di 138.000 km circa.

Era stato venduto a quasi 4000 euro, con un chilometraggio fraudolento di oltre 40.000 km. Si è configurata, quindi, l’ipotesi di reato di frode in commercio, in flagranza.

L’autoveicolo è stato sequestrato e padre e figlio sono stati denunciati. L’Autorità Giudiziaria ha convalidato l’apposizione dei sigilli e ha disposto ulteriori indagini finalizzate ad accertare altri episodi simili e altri profili di responsabilità.

L’uomo, inoltre, è stato sanzionato perché si trovava in provincia di Pordenone senza un giustificato motivo, in violazione delle disposizioni anti Covid-19.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia