Comunità Energetiche Rinnovabili: una mappatura per il loro sviluppo

Scoccimarro: "Necessaria strategia per garantire un approvvigionamento stabile anche a fronte di eventi esterni"
Redazione

“A supporto dello sviluppo delle Comunità Energetiche Rinnovabili (CER) è in fase di svolgimento una mappatura del territorio regionale per identificare tutti i dati e le informazioni utili e necessari per tale processo. Alla mappatura geo-riferita viene affiancato uno studio approfondito degli aspetti economici e legali correlati alle CER, con la redazione di linee guida per il loro sviluppo, oltreché di template ed esempi dei principali documenti necessari alla creazione delle Comunità”.

Lo ha reso noto l’assessore regionale alla Difesa dell’Ambiente Fabio Scoccimarro al convegno “La visione e le prospettive del Progetto RECOCER, la più grande Comunità Energetica Rinnovabile d’Italia” in svolgimento al Castello di Colloredo di Monte Albano. Organizzato dalla Comunità Collinare del Friuli in collaborazione con il quotidiano Rinnovabili.it, il convegno ha fatto il punto della situazione sulla realizzazione del progetto che vede protagonista la Comunità collinare con il supporto del Politecnico di Milano. Scoccimarro ha spiegato che la Regione ha avviato un percorso importante con l’obiettivo di decarbonizzazione e neutralità climatica in anticipo sul Green Deal Europeo e in questo senso è necessaria una strategia per garantire un approvvigionamento energetico stabile e affidabile, anche a fronte di eventi esterni come condizioni meteorologiche estreme, disastri naturali, guasti alle apparecchiature, tensioni geopolitiche.

In questo quadro l’assessore ha rilevato come “le comunità energetiche fungeranno da pilastro del nuovo sistema e come per queste finalità la Regione abbia disposto oltre 30 milioni di euro a favore degli enti pubblici per la progettazione e la realizzazione di impianti fotovoltaici, nonché per la costituzione delle comunità energetiche rinnovabili”.

L’assessore ha inoltre reso noto che dopo la prima fase dedicata alla mappatura, la seconda fase progettuale mirerà alla comunicazione. “Sono previsti – ha spiegato – la realizzazione di un video divulgativo sulle opportunità della CER, moduli di formazione on-line e incontri di sensibilizzazione nel territorio, questi ultimi si svolgeranno nel periodo ottobre-dicembre 2023”. Quella presentata oggi è una delle prime Comunità Energetiche Rinnovabili nate in Italia e decisamente la più grande con i suoi 50.000 abitanti ed i 15 comuni aderenti e “fungerà evidentemente – ha notato Scoccimarro – da esempio per le altre che vorranno costituirsi, come quelle in cui la Regione ha investito e investirà direttamente: nel Comune di Spilimbergo e la CER Cavalieri del volo nell’area limitrofa al campo di volo di Campoformido/Pasian di Prato”.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia