Concorsi truccati: 40 professori indagati, uno all’ateneo di Trieste

Università giuliana coinvolta da un'inchiesta nazionale
Redazione

Ben 40 docenti universitari di 14 atenei italiani sono indagati per associazione per delinquere, corruzione e turbativa d’asta. Il rettore di Catania, Francesco Basile, e altri nove professori sono stati sospesi dal servizio.

La Digos, coordinata dalla Procura di Catania, indaga su 27 concorsi, nell’ambito dell’operazione denominata ‘Università bandita’: l’accusa è che siano stati truccati. Nel mirino degli inquirenti sono finiti 40 docenti degli atenei di Bologna, Cagliari, Catania, Catanzaro, Chieti-Pescara, Firenze, Messina, Milano, Napoli, Padova, Roma, Trieste, Venezia e Verona.

La Polizia di Stato, che ha eseguito l’ordinanza applicativa della misura interdittiva della sospensione dall’esercizio di un pubblico ufficio emessa dal Gip di Catania, sta eseguendo 41 perquisizioni nei confronti dei docenti. I 27 concorsi al cento delle indagini riguardano l’assegnazione di 17 posti per professore ordinario, quattro per professore associato e sei per ricercatore.

Alle 10 è in programma un incontro con la stampa in Procura a Catania, durante la quale saranno forniti ulteriori dettagli sull’operazione.

Potrebbe interessarti anche

@2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306
La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978

Powered by Rubidia