Consigliere condivide video di manifestanti pro palestinesi, Cisint chiede le sue dimissioni

Il post della Pagina Local Team riprendeva il presidio che si è tenuto ieri a Milano
Redazione

Il conflitto in atto tra Israele e Hamas agita il clima anche a Monfalcone, dove il sindaco Anna Maria Cisint ha chiesto le dimissioni di un suo consigliere comunale, reo di aver condiviso un video in cui si mostra il presidio andato in scena ieri a Milano a sostegno del popolo palestinese. Al centro della vicenda il consigliere del gruppo misto Jahangir Sarkar che sul suo profilo social oggi ha postato il contenuto prodotto da ‘Local Team’ senza aggiungere alcun commento. Nel post solamente inoltrato, inoltre, si sottolinea come nel presidio fossero presenti anche slogan contro Netanyahu, definito “assassino”.

“Il consigliere non può più far parte del nostro Consiglio perché il suo atteggiamento viola la coscienza comune e offende profondamente la comunità intera, sconvolta e distrutta dall’atroce massacro che ha visto vittime innocenti, tra cui molte donne e i bambini, tra la popolazione inerme”, spiega in una nota Cisint.

“Non si può stare dalla parte di chi ha commesso questa feroce barbarie, di chi semina odio e genera terrore all’insegna dell’integralismo e del fanatismo musulmano -aggiunge la prima cittadina -. Tanto più se si fa parte dell’istituzione più importante di una città – il Consiglio comunale – che implica un giuramento di fedeltà ai principi di rispetto dei diritti umani e di ripudio di ogni forma di violenza. Violare questi valori significa violare il rapporto fiduciario verso la comunità dei monfalconesi”.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia