Home / News / Negli ultimi 7 giorni contagi Covid aumentati in Fvg del 21%

Negli ultimi 7 giorni contagi Covid aumentati in Fvg del 21%

La nostra regione è quarta in Italia per percentuale di ultrasessantenni scoperti dal vaccino anti Covid. I dati dell'ultimo monitoraggio Gimbe

Nell’ultima settimana i nuovi contagi da Coronavirus in Italia sono più che raddoppiati rispetto alla settimana precedente e i ricoveri in nelle aree mediche e nelle terapie intensive sono aumentati rispettivamente del 6% e del 5% in confronto alla settimana precedente. Calano invece del 27% i decessi. Risulta dall’ultimo monitoraggio della Fondazione Gimbe, dal quale emerge anche che il Friuli Venezia Giulia è quarta in Italia dopo Sicilia, provincia autonoma di Bolzano e Calabria per percentuale di ultrasessantenni scoperti dal vaccino: il 17,5% rispetto alla media italiana del 12%. La Fondazione Gimbe esprime preoccupazione per gli effetti che la variante Delta potrebbe avere sui quasi 4 milioni di over 60 in Italia non immunizzati.

Nella nostra regione i contagi negli ultimi sette giorni sono aumentati del 21%, mentre la situazione dei ricoveri ospedalieri è stabile, tra le migliori a livello nazionale. Sul fronte delle vaccinazioni, in Italia il 62,1% della popolazione ha ricevuto almeno la prima dose. In Friuli Venezia Giulia la percentuale scende al 59,2. Siamo al di sopra della media, invece, per percentuale di cittadini che ha completato il ciclo: 48,8 contro 47,4. Il numero di somministrazione giornaliere in Italia resta stabile a 550mila. Sul fronte del green pass, la Fondazione Gimbe sottolinea che in questa fase della pandemia può giocare un ruolo cruciale: è efficace nel limitare la circolazione del virus e permette il rilancio in sicurezza di alcuni settori. Ma nel breve termine l’utilizzo della carta verde si scontra con alcuni ostacoli, come l’attuale indisponibilità di vaccini e la mancata gratuità dei tamponi in diverse Regioni. Quanto al sistema di colorazione dei territori, “Se Governo e Regioni intendono abbandonare il parametro dei contagi – afferma il presidente della Fondazione Gimbe Nino Cartabellotta – servono soglie molto basse per gli indicatori ospedalieri: non oltre il 5% di occupazione per le terapie intensive e il 10% in area medica per rimanere in zona bianca. Se invece l’intenzione è quella di innalzare tali soglie, bisogna mantenere tra i parametri di monitoraggio il numero dei casi per 100.000 abitanti, aumentando l’incidenza settimanale sopra i 50 casi per conservare la zona bianca e definendo un numero standard di tamponi per 100.000 abitanti per evitare comportamenti opportunistici.

Vuoi essere sempre aggiornato su tutte le news in tempo reale? Seguici anche sul nostro canale Telegram o sulla nostra pagina Facebook.
Per seguire le dirette di Telefriuli, clicca il tasto LIVE in alto oppure sintonizza il tuo televisore sul canale 11 e 511 HD del digitale terrestre.

Articoli correlati

TOP 5

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori