Coopca, i soci vogliono a giudizio la Regione e gli enti cooperativi

Nuova udienza, questa mattina al tribunale di Udine, del processo per il crac di Coopca, che vede imputati i vertici della storica cooperativa carnica di consumo. Si tratta di 16 persone, tra ex verti...
Alessandra Salvatori

Nuova udienza, questa mattina al tribunale di Udine, del processo per il crac di Coopca, che vede imputati i vertici della storica cooperativa carnica di consumo. Si tratta di 16 persone, tra ex vertici, componenti del cda e sindaci della cooperativa. Riconosciuta la costituzione di parte civile di 300 persone, tutte le difese hanno presentato istanza di citazione a giudizio dei responsabili civili della vicenda, cioè le tre associazioni di categoria delle cooperative e la Regione).

La decisione in tal senso sarà presa in occasione della prossima udienza, fissata per il 14 ottobre. Il Collegio del tribunale di Udine oggi ha respinto la richiesta di giudizio abbreviato per uno degli imputati, l’ex consigliere Vanessa Gressani, e ha respinto anche la richiesta di assoluzione immediata per Silvio Moro, anche lui ex consigliere. Quello della Coopca, ricordiamo, è un crac da quasi 100 milioni. I soci hanno investito risparmi fino a 30 milioni, ai quali si aggiungono 7 milioni di depositi in azioni.

Potrebbe interessarti anche

@2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306
La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978

Powered by Rubidia