Home / News / Coronavirus: stop a messe e matrimoni, permessa preghiera individuale

Coronavirus: stop a messe e matrimoni, permessa preghiera individuale

Modifiche anche ai funerali. Diverse le disposizioni dell’Arcidiocesi di Udine a seguito dell'ordinanza firmata dal Ministero della Salute

coronavirus, ordinanza, prevenzione, chiese, messe,

Diverse le disposizioni adottate dall’Arcidiocesi di Udine a seguito dell'ordinanza firmata ieri dal Ministero della Salute in merito all'emergenza Coronavirus. Questa mattina l’Arcivescovo di Udine, mons. Andrea Bruno Mazzocato, ha inviato ai sacerdoti e ai fedeli della Chiesa friulana le misure sanitarie al contenimento e alla gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019 in base alle direttive giunte dal Governo e dal Presidente della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga. Le disposizioni in vigore da oggi, lunedì 24 febbraio, fino a domenica prossima 1° marzo prevedono quanto segue a livello liturgico:

  • 1. È sospesa la celebrazione pubblica di Sante Messe feriali e festive, incluse quelle del Mercoledì delle Ceneri. 
  • 2. È sospesa la celebrazione di Matrimoni e di altri sacramenti. 
  • 3. Per i funerali ci sarà una breve celebrazione della Parola con la benedizione del corpo del defunto, secondo il rituale, da tenere direttamente in cimitero alla quale parteciperanno le persone più vicine del defunto. La Santa Messa esequiale potrà essere celebrata al superamento di questa fase di emergenza. 
  • 4. Sono sospese altre celebrazioni liturgiche e devozioni (quali la Via Crucis) ed altri incontri di preghiera comunitari. 
  • 5. Le chiese restano aperte per la preghiera personale e individuale. 
  • 6. Invito i sacerdoti a celebrare o concelebrare ogni giorno la Santa Messa nella chiesa parrocchiale, alla presenza di uno o due ministranti. Queste celebrazioni segnalate dal suono delle campane così da invitare i fedeli ad unirsi spiritualmente alla preghiera liturgica. 
  • 7. I fedeli possono, dalla loro abitazione, rendersi spiritualmente partecipi delle Sante Messe – feriali e soprattutto festive – che vengono trasmesse dalla radio e dalla televisione. Segnalo in particolare che l’emittente diocesana, Radio Spazio, trasmette ogni sera alle 18 la Santa Messa. 

A livello pastorale e sociale si prevede quanto segue:

  • Sono sospese le attività di catechismo, gli incontri formativi per ragazzi, giovani e adulti, i ritiri spirituali e qualunque altro tipo di incontro assembleare. 2. Le attività caritative continueranno nel rispetto delle esigenze generali di prevenzione indicate dall’ordinanza delle autorità regionali. 
  • È sospesa l’attività degli oratori, delle associazioni e di ogni altra aggregazione attiva in ambito parrocchiale. Ne consegue che viene sospesa ogni iniziativa di animazione sociale che fosse stata programmate per questo periodo.
  • Le Scuole materne di riferimento parrocchiale si attengono naturalmente alle disposizioni fornite dall’autorità pubblica. Queste disposizioni non devono deprimere il senso comunitario della nostra fede, ma anzi rinforzarlo, volendo essere − noi credenti − cittadini consapevoli, corresponsabili e solidali nelle specifiche condizioni date. La fede illumina i nostri passi, dà vigore alla speranza, rinforza quella premura di carità che è vicinanza verso chi è più debole, in particolare verso quanti sono stati contagiati dal virus e verso tutti coloro che in vario modo si stanno adoperando per fronteggiare l’emergenza.

Vuoi essere sempre aggiornato su tutte le news in tempo reale? Seguici anche sul nostro canale Telegram o sulla nostra pagina Facebook.
Per seguire le dirette di Telefriuli, clicca il tasto LIVE in alto oppure sintonizza il tuo televisore sul canale 11 e 511 HD del digitale terrestre.

Articoli correlati
Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori