Cpr di Bari in fiamme, uno dei responsabili trovato a Udine

Un pakistano senza fissa dimora di 24 anni è stato trovato all'interno dell'ex caserma Piave
Redazione

La sera del 27 aprile scorso, insieme ad un gruppetto di altre persone, aveva partecipato alla devastazione del Cpr di Palese, Centro di permanenza per rimpatri presente a Bari. In dieci avevano scatenando una rivolta, devastando la struttura di accoglienza, messa letteralmente a ferro e fuoco. Salirono sopra i tetti della struttura, distruggendo mobili, suppellettili, ammassando materassi e lenzuola e appiccando roghi da cui si svilupparono diversi e pericolosi incendi.

Gli arresti

Quattro dei responsabili stranieri sono tuttora ricercati, sette, invece, sono stati arrestati nelle ultime ore, a seguito delle indagini della Procura del capoluogo pugliese. Ad incastrare gli autori dello scempio, le telecamere di sorveglianza e le numerose testimonianze raccolte dagli inquirenti tra i testimoni del rogo. Tre dei responsabili sono stati rintracciati nello stesso centro, gli altri quattro sono stati trovati a Taranto, Milano, La Spezia e, l’ultimo, proprio nel capoluogo friulano, mentre bivaccava nella struttura demaniale.

Potrebbe interessarti anche

@2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306
La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978

Powered by Rubidia