Home / News / Crescono contagi e ricoveri Covid. Ospedali del Friuli Venezia Giulia sotto pressione

Crescono contagi e ricoveri Covid. Ospedali del Friuli Venezia Giulia sotto pressione

In 7 giorni ospedalizzazioni aumentate del 19%. Aumenta il numero di cittadini in isolamento: + 15% in una settimana. Da domani sospese le attività in alcune aree mediche, per ricavare più posti letto Covid

Ultimo giorno a due colori per il Friuli Venezia Giulia. Da lunedì anche le province di Pordenone e Trieste passeranno in arancione e su tutto il territorio regionale saranno in vigore le medesime restrizioni per contrastare l’aumento dei contagi. Aumento che, per effetto della variante inglese, ha avuto i suoi effetti anche nelle strutture sanitarie del territorio, con il pronto soccorso del Santa Maria della Misericordia di Udine nuovamente sotto stress e diversi reparti non più in grado di reggere alla pressione, tanto da dover trasferire alcuni pazienti al Santa Maria degli Angeli di Pordenone. 

Con l’8 marzo è confermata anche la sospensione di alcune attività negli ospedali, così da poter dedicare un maggior numero di posti letto per pazienti Covid positivi. Il provvedimento interesserà chirurgia a San Daniele del Friuli, oculistica a Palmanova e le attività programmate nelle ortopedie di Udine, Tolmezzo e Latisana con contestuale mantenimento nelle stesse sedi dell'attività traumatologica". Nell’arco dell’ultima settimana in tutta la regione i ricoveri di pazienti covid nelle aree mediche sono aumentati del 19%, passando da 361 di domenica 28 febbraio a 447 di oggi.

Aumentano anche le positività accertate sui tamponi eseguiti. Nelle ultime 24 ore su 3.173 test molecolari sono stati rilevati 276 nuovi contagi, con una percentuale di positività del 8,8%. Percentuale che sfiora il 12% sui tamponi antigenici molecolari: su 1.641 effettuati, sono risultati positivi 190. I decessi sono 11, mentre i ricoveri nelle terapie intensive scendono a 57. Sono 447 i pazienti covid accolti in altri reparti. Negli ultimi 7 giorni è cresciuto di quasi il 15% il numero di persone in isolamento: da 9.660 a 11.344.

I numeri più preoccupanti restano quelli che descrivono l’impennata dei contagi. In regione il numero più basso di casi da novembre si era registrato il 20 febbraio: 144 ogni 100mila abitanti in 7 giorni. Oggi sono 314, più che raddoppiati. La provincia di Udine, con 465 casi, è quinta in Italia. Gorizia, con 366, è undicesima. Trieste conta 191 casi ogni 100mila abitanti in 7 giorni, Pordenone 117.

Quanto alla campagna vaccinale, da lunedì sono previste sedute potenziate di somministrazione per gli ultraottantenni, per arrivare entro marzo a 10mila dosi inoculate solo nell’area udinese. Si parte lunedì con i residenti nei distretti di Cividale e di Tarcento, con somministrazioni programmate al palazzetto dello sport della città ducale.

Vuoi essere sempre aggiornato su tutte le news in tempo reale? Seguici anche sul nostro canale Telegram o sulla nostra pagina Facebook.
Per seguire le dirette di Telefriuli, clicca il tasto LIVE in alto oppure sintonizza il tuo televisore sul canale 11 e 511 HD del digitale terrestre.

Articoli correlati

TOP 5

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori