Crisi Wartsila, intesa con Msc sempre più vicina

Oggi l'incontro al Mimit, al quale ha partecipato anche la Regione, ha dato esito positivo
Daniele Micheluz
loading...

Un altro importante passo avanti passo avanti verso la riconversione dell’area produttiva di bagnoli della Rosandra è stato compiuto a Roma al Ministero dell’industria e del made in Italy dove si è tenuto una nuova riunione dedicata al tavolo di crisi della Wartsila. All’incontro hanno presenziato anche gli assessori regionali al lavoro, Alessia Rosolen e alle attività Produttive, Sergio Bini. L’aspetto di maggior rilievo è stata la consegna di contributi utili alla stesura di una prima bozza di intesa tra tutte le parti coinvolte nella vicenda. Msc, Wartsila e Regione hanno fornito le ultime indicazioni che ora verranno assemblate e limate dagli uffici del Mimit. Ciò rappresenta un nuovo passo in avanti verso lo step successivo che prevede – entro metà maggio – la stesura di una prima bozza sulla quale avviare un confronto tra tutte le parti.

Domani si terrà sempre a Roma un incontro tra Msc, sindacati e Confindustria Alto Adriatico durante il quale verrà illustrato il piano industriale per la costruzione di carri ferroviari e il relativo passaggio dei lavoratori nella nuova produzione nell’area di Bagnoli della Rosandra. La Regione ha assicurato pieno supporto. Il tutto con l’obiettivo di giungere, entro i tempi stabiliti, alla firma dell’accordo di programma con cui saranno sanciti gli impegni di MSC e Wartsila anche con riferimento alle attività che la multinazionale finlandese manterrà sul territorio regionale.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia