Home / News / De Monte minaccia querele, il sindacato nazionale degli anestesisti prende le distanze

De Monte minaccia querele, il sindacato nazionale degli anestesisti prende le distanze

Nel giorno in cui il rianimatore assume il nuovo incarico a capo della Sores, Aaroi Emac esprimere contrarietà alle procedure seguite per la nomina e sconcerto per le dichiarazioni del professionista sulla vaccinazione

Una campagna diffamatoria contro di me. Così Amato De Monte definisce le polemiche che lo riguardano dopo la nomina a capo della Sores, la struttura operativa regionale di emergenza sanitaria del Friuli Venezia Giulia. E nel giorno stesso in cui il dirigente assume il nuovo incarico, l'Organizzazione Sindacale Nazionale dei Medici di Anestesia e Rianimazione scrive a Fedriga e a Riccardi per chiarire la propria posizione sulla vicenda e per sottolineare di condividere le osservazioni del presidente della sezione regionale del Friuli Venezia Giulia Alberto Peratoner, in occasione della commissione sanità del 4 maggio.

Tutto nasce dalle polemiche legate alla procedura per la nomina di De Monte e al fatto che ancora non si sarebbe vaccinato contro il Covid. Gli avvocati del medico, Giorgia Tripoli ed Elena Feresin, hanno fatto sapere che il proprio assistito "ha già dato mandato per l'avvio delle azioni legali a tutela della propria immagine a seguito della campagna diffamatoria in atto nei suoi confronti, sia per quanto attiene la sfera professionale che personale".

Quanto al consiglio direttivo nazionale dell’Aaroi Emac, l’organizzazione degli anestesisti, nella pec inviata ai vertici della regione evidenzia tre punti. Il primo è la condivisione di quanto affermato da Peratoner in audizione davanti alla commissione sanità. Il secondo è la netta contrarietà alle procedure seguite per la nomina, con la sospensione del concorso pubblico. Il terzo riguarda lo sconcerto per le presunte dichiarazioni di De Monte in merito al fatto che non si sarebbe ancora vaccinato perché in attesa di un altro vaccino. “Un messaggio pericolosissimo per gli operatori sanitari ancora dubbiosi e per la popolazione in toto” conclude l’organizzazione.

Vuoi essere sempre aggiornato su tutte le news in tempo reale? Seguici anche sul nostro canale Telegram o sulla nostra pagina Facebook.
Per seguire le dirette di Telefriuli, clicca il tasto LIVE in alto oppure sintonizza il tuo televisore sul canale 11 e 511 HD del digitale terrestre.

Articoli correlati

TOP 5

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori