Dm Elektron: torna la preoccupazione per gli 80 addetti

Friulia vincola gli aiuti economici e la proprietà non ritiene la proposta in linea con i tempi e i modi del piano industriale
Paola Treppo

Vertice poco rassicurante oggi in Regione, a Trieste, su Dm Elektron. A fronte della proposta avanzata di aiuto economico a Friulia, la proprietà, rappresentata da Dario Mèlchior, ha fatto presente che non è compatibile con i tempi e con i modi previsti dal piano industriale già presentato nei giorni scorsi.

Si riaccende quindi la preoccupazione per gli 80 dipendenti della fabbrica di Buja. Le organizzazioni sindacali di Fiom Cgil e Fim Cisl, rappresentante oggi da David Bassi, dal segretario generale Marcon e da Pasquale Stasio, hanno chiesto un incontro urgente con la presenza dell’assessore Bini e Friulia per cercare di raggiungere un accordo politico e salvare l’occupazione.

Foto Archivio Telefriuli 

Potrebbe interessarti anche

@2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306
La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978

Powered by Rubidia