Droni contro il ‘fai da te’ sui tetti: il servizio della Cri

La scadenza del 3 agosto e la carenza di tecnici disponibili fra le cause che portano alle ispezioni improvvisate sulle coperture
Giancarlo Virgilio
loading...

Ispezioni aree con i droni per contrastare i controlli ‘fai da te’ dei cittadini. Questo è l’obiettivo della Croce Rossa di Palmanova che, a seguito dei primi incidenti avvenuti in sui tetti del Friuli, ha attivato un servizio di verifica danni da maltempo attraverso l’impiego di alcuni dronisti presenti tra i suoi volontari.  

Dall’attivazione del progetto, in pochi giorni sono state evase 21 verifiche su 35, ma le richieste al centralino di Palmanova continuano ad arrivare, in particolare dalla Bassa friulana.

“L’idea di un’attività preventiva antiinfortunistica è nata dopo i primi incidenti”, spiega a Telefriuli il presidente della Cri della città stellata Denis Raimondi. “Abbiamo visto persone arrampicarsi da sole pur di controllare lo stato dei pannelli fotovoltaici e delle tegole.  Situazioni ad alto rischio, causate per lo più da due fattori. Ovvero, la difficoltà nel reperire tecnici disponibili in tempi ragionevoli e l’avvicinarsi della data entro la quale spedire le segnalazioni dei danni ai propri Comuni, ovvero il 3 agosto”. Una scadenza ravvicinata, che ha messo molta fretta a diverse persone.

I controlli con i droni vengono offerti in cambio di un contributo libero finalizzato all’acquisto di una nuova ambulanza per le emergenze sanitarie (ad oggi sono stati raccolti circa 500 euro). Le riprese video vengono consegnate direttamente sul posto e cancellate a fine servizio.  

In 7 giorni, lo ricordiamo, le cadute dai tetti sono state 11, 2 con esito mortale.

“Il nostro è solo un piccolo servizio. Ma anche solo un ferito evitato, per noi è già una grande conquista”, garantisce il referente della Cri.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia