Ecco il VIDEO del killer che spara in Questura

La Questura di Trieste ha diffuso poco fa le immagini choc della follia andata in scena venerdì 4 scorso. Nel filmato si nota il dominicano 29enne, Alejandro Augusto Stephan Meran, fuggire molt...
Redazione
loading...

La Questura di Trieste ha diffuso poco fa le immagini choc della follia andata in scena venerdì scorso, 4 ottobre. Nel filmato si vede il dominicano, il 29enne Alejandro Augusto Stephan Meran, fuggire molto probabilmente dopo aver colpito a bruciapelo i due agenti, Pierluigi Rotta e Matteo Demenego, morti sul colpo.

Il killer vaga tra i corridoi, spara diversi colpi, probabilmente indirizzati ad altri agenti, fino a quando riesce a raggiungere l’ingresso della Questura dove trova una via di fuga.

Raggiunto l’esterno, continua a sparare in direzione di una Fiat Panda della Squadra Mobile cercando di colpire i due poliziotti a bordo.

Si vede che è armato di due pistole. Corre sparando colpi ad altezza d’uomo verso il piantone e poi, una volta fuori, tenta invano di aprire la portiere della auto della Volante per poi andare verso quella della Mobile, che fa velocemente retromarcia.

Poi il killer si ripara dietro le auto parcheggiate, dove sarà bloccato. 

Questore di Roma si commuove alla fiaccolata

Lacrime del questore di Roma, Carmine Esposito, alla fiaccolata in memoria di Pierluigi Rotta e Matteo Demenego, i due poliziotti uccisi venerdì nella Questura di Trieste, organizzata stasera in via di San Vitale. “Grazie a tutti, grazie ai cittadini” ha detto poi il questore commosso dopo aver acceso una candela per i due poliziotti sotto la lapide che ricorda i caduti in servizio all’ingresso della questura. Alla fiaccolata organizzata dal SIULP di Roma e Lazio, con la adesione della FNS CISL, hanno partecipato funzionari della questura, agenti, cittadini e alcuni vigili del fuoco. La commemorazione si è conclusa con un momento di raccoglimento sotto la lapide all’ingresso della questura e un lungo applauso.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia