Home / News / Bimbi strattonati e fatti cadere dall'alto: interviene la Polizia di Stato

Bimbi strattonati e fatti cadere dall'alto: interviene la Polizia di Stato

L'insegnante è stata sospesa dall'attività per otto mesi. L'asilo si trova alle porte di Udine

La Squadra Mobile della Questura di Udine, dallo scorso aprile, ha svolto un'attività di polizia giudiziaria coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Udine, nei confronti di una insegnante di un asilo nido dell'hinterland Udinese per il reato di maltrattamenti fisici e morali nei confronti dei minori che frequentavano la struttura.

L'attività è stata svolta anche attraverso l'utilizzo di riprese video e audio e con l'assunzione di diverse testimonianze. Le condotte rilevate consistevano nel rivolgersi ai minori con toni di voce alti, bruschi e aggressivi, utilizzando anche espressioni denigratorie. I bambini venivano strattonati. C'erano grida e spintonamenti dei piccoli. Questo causava il loro uno stato di ansia e diversi pianti.

In una circostanza una bambina è stata lasciata cadere sul tappeto dell'altezza dell'adulto. In un'altra occasione un bambino è stato invece afferrato per le braccia sollevato di peso e lasciato cadere sul tappeto in modo brusco facendogli battere la schiena. Talvolta ai piccoli venivano dati anche dei pizzicotti. Gli accertamenti hanno permesso di acclarare le responsabilità della educatrice e hanno consentito al Gip, su richiesta del Pm della Procura di Udine di emettere nei confronti dell'educatrice un'ordinanza della misura interdittiva del divieto temporaneo dell'esercizio dell'attività di maestra di asilo per 8 mesi.

Articoli correlati
Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori