Home / News / Il buco nero osservato anche in Friuli

Il buco nero osservato anche in Friuli

Tanta attesa per la fotografia del secolo. Per la prima volta nella storia dell'uomo è stata restituita l'immagine della forma di un buco nero

Grande emozione anche in Friuli per la prima immagine osservata, nella storia dell’uomo, di un buco nero. A seguire in diretta l’evento, trasmesso in tutto il mondo, sono stati anche gli astrofili dell’Afam di Remanzacco. Siamo andati a trovarli Per la prima volta è stato fotografato un buco nero. Tanta suspense anche in Friuli per quella che è stata definita la foto del secolo. Tutti, a Remanzacco, sede dell’Afam, si attendevano l’immagine del centro della via Lattea, per poi scoprire, in diretta, trattarsi di un buco nero di un’altra galassia, anche più lontana e misteriosa. È quella del buco nero M 87, al centro della galassia Virgo A (o M87), distante circa 55 milioni di anni luce dalla Terra. L’immagine è quella di un rovente disco luminoso, tra il rosso e il giallo, che si piega poi all’interno del buco nero, risucchiata come in un imbuto. Dopo che nel 2016 le onde gravitazionali hanno dimostrato l'esistenza di questi misteriosi oggetti cosmici, arriva la prima prova diretta e l'immagine che lo testimonia è quella del buco nero M 87, al centro della galassia Virgo A (o M87), distante circa 55 milioni di anni luce. Al risultato, del progetto internazionale Event Horizon Telescope (Eht), l'Italia ha partecipato con Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) e Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn).

Resta aggiornato con i Tg di Telefriuli. Puoi farlo seguendo la diretta dal tuo telefonino cliccando il tasto LIVE (alle 7.00, 11.30, 12.30, 12.45, 16.30 e 19.00); dalla tv sintonizzati su canale 11, 511 HD del digitale terrestre. 

Vuoi essere sempre aggiornato su tutte le news in tempo reale? Iscriviti gratis e subito al nostro canale Telegram cliccando qui: https://t.me/telefriuli_it

Articoli correlati
Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori