Alle elementari con il niqab. La maestra interviene e chiede il volto scoperto

Dreosto (Lega): "Fatto inaccettabile. Proporrò il divieto a scuola"
Alberto Comisso

A scuola, a 10 anni, con il niqab, l’indumento della religione islamica che copre l’intero corpo della donna lasciando fuori soltanto gli occhi. Il caso è scoppiato in una scuola elementare di Pordenone dove un’insegnante ha chiesto ed ottenuto che la scolara, che frequenta la quarta elementare, tornasse sui banchi di scuola almeno a volto scoperto. Un fatto inaccettabile, secondo il senatore della Lega, Marco Dreosto, poiché contravviene alle più basilari regole del vivere comune, dei diritti fondamentali dei bambini e dell’identità femminile. Una cosa è la libertà religiosa, un’altra invece è il fondamentalismo religioso imposto su bambine innocenti. Dopo questo e altri casi, penso sia arrivato il momento che anche l’Italia prenda iniziative per vietare il niqab a scuola e nei luoghi pubblici. Presenterò un’iniziativa in Parlamento in questo senso il prima possibile”, ha riferito Dreosto.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia