A Elio il premio Pordenone Musica e il sigillo della città

Stasera ritirerà il premio Pordenone Musica al Teatro Verdi per la sua capacità di diffondere l'amore per la musica classica
Daniele Micheluz
loading...

Ad Elio non va soltanto il Premio Pordenone Musica 2023, riconoscimento internazionale istituito dal Teatro Verdi di Pordenone, ma anche il Sigillo della nostra città. Il Comune di Pordenone vuole onorare in questo modo Stefano Belisari, in arte Elio, che da anni si adopera per far conoscere e apprezzare la musica classica e lirica al vasto pubblico.

Questa mattina il sindaco di Pordenone Alessandro Ciriani ha consegnato al frontman delle Storie Tese, accanto al presidente del Teatro Verdi Giovanni Lessio e davanti ad una sala consiliare curiosa ed entusiasta, il sigillo di Pordenone, una città che ben conosce artisticamente le performance del cantautore milanese, già esibitosi diversi anni or sono al Rototom con la sua storica band.

«Pordenone è una cittadina di 50 mila anime – afferma emozionato il sindaco Ciriani – ma è sempre stata all’avanguardia in campo musicale. Qui sono nati moltissimi gruppi e sono sorte numerose scuole di musica e realtà culturali ricche di talenti, di idee e con tanta voglia di fare. È un’emozione stare accanto ad un autentico genio della musica contemporanea quale Elio, la cui musica è difficile da incasellare. Con la consegna di tale sigillo, Pordenone offre a questo grande artista la sua stima e la sua amicizia».

«Sono onorato e felice per questo importante riconoscimento che giudico estremamente meritato – ammette Elio non lesinando il suo ben noto umorismo pungente -. Ringrazio Pordenone, che è sempre stata un passo avanti in fatto di musica, oltre al maestro Roberto Prosseda con cui collaboro da tempo, sebbene proveniamo da mondi diversi che oggi si avvicinano sempre più. In fondo – conclude – come diceva Berio, esiste solo musica bella e musica brutta, e noi facciamo musica bella. La lirica è stata ignorata per molti anni e per questo ora mi impegno per la sua diffusione, agendo di mia iniziativa».

Il Teatro Verdi è noto per le sue scelte musicali di livello internazionale, puntando anche sull’originalità. Spiega il presidente Lessio: «Ci impegniamo da tempo per coinvolgere nelle nostre iniziative soprattutto i giovani ed Elio si sta adoperando sapientemente per la diffusione della musica, Siamo certi che la sua presenza avvicinerà tutta la cittadinanza e anche moltissimi giovani».

Questa sera infatti Elio riceverà il Premio Pordenone Musica 2023 e, di seguito, si esibirà sul palco del Teatro Verdi nel recital “Largo al Factotum”, nel quale interpreterà in veste di baritono famose arie di Mozart, Rossini, Weill e Luca Lombardi, accompagnato dal pianista di fama internazionale Roberto Prosseda. Non c’è da stupirsi se un personaggio eclettico del suo calibro, noto per la sua comicità, si esibisce da anni in concerti classici. In fondo lui stesso ammette di essere stato folgorato da questo genere di musica sin da giovane e lo dimostra il suo diploma al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano in flauto traverso. Ora sta a lui diffondere tra il grande pubblico la parola della musica colta, quella che ha ancora molto da dire.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia