Escursionisti bloccati dalla neve a 2mila metri

Matteo Femia
loading...

Un uomo e una donna originari del Padovano sono stati salvati questa notte durante una complicata operazione di soccorso iniziata ieri sera in Val Cimoliana/ Val Montanaia e tuttora in fase di conclusione. I due erano rimasti bloccati a causa della neve in una tenda nei pressi del Bivacco Perugini a circa 1900 metri di quota. Un elicottero militare del V reggimento Aves Rigel di Casarsa della Delizia si è quindi levato in volo per cercare di imbarcare e portare in quota i soccorritori senza riuscire nell’obiettivo a causa della scarsa visibilità. Sei tecnici della stazione Valcellina del Soccorso Alpino e Vigili del Fuoco sono così partiti a piedi dal Rifugio Pordenone e, risalendo tutta la Val Montanaia con torce frontali e attrezzatura tecnica hanno raggiunto nella neve, intorno alle tre del mattino, la tenda dei due, aiutandoli subito a spostarsi dentro il bivacco Perugini dove hanno atteso le prime luci del mattino.

La donna, una trentaquattrenne, aveva uno strappo muscolare e un principio di ipotermia ed è stata imbarcata, all’alba, dall’elisoccorso regionale portatosi in base a Cimolais già in orario notturno e decollato per i monti appena le condizioni lo hanno consentito. Una volta evacuata è stata condotta in ospedale a Pordenone per accertamenti dopo un breve controllo in ambulanza.

L’uomo, che non aveva problemi di salute, è stato successivamente messo in salvo grazie all’intervento di un secondo elicottero, in questo caso della Protezione Civile.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia