Home / News / «Fedriga fermi 'l'emendamento Fontanini' sulle quote di genere»

«Fedriga fermi 'l'emendamento Fontanini' sulle quote di genere»

Roberta Mori, coordinatrice delle commissioni per la Parità di Regioni e Province Autonome italiane, ha inviato una lettera per chiedere al governatore del Fvg e al presidente Zanin di fermare l’emendamento

«Sconcerto e profondo dissenso per la modifica normativa in discussione in Consiglio Regionale tra le “Disposizioni multisettoriali per esigenze urgenti del territorio regionale”, che introduce deroghe alle leggi vigenti in materia di rappresentanza di genere nei Comuni». È quanto esprime in una lettera inviata stamane ai presidenti della Regione Massimiliano Fedriga e del Consiglio regionale Piero Mauro Zanin, la coordinatrice nazionale delle commissioni per la Parità di Regioni e Province Autonome, Roberta Mori.

Nel mettere in dubbio la legittimità del cosiddetto emendamento Fontanini, definito come un «intervento normativo ad personam su un ambito di diritto costituzionalmente garantito qual è la parità fra i generi nell’accesso alle cariche pubbliche e istituzionali», la coordinatrice nazionale Mori punta il dito contro la modifica che consentirebbe ai Sindaci di non nominare assessore donne nei loro esecutivi “in assenza di analoga adeguata rappresentanza nel consiglio comunale e qualora lo statuto non preveda la nomina ad assessore di cittadini non facenti parte del consiglio comunale".

«Un aggiramento evidente in spregio alla dovuta promozione dell’uguaglianza di genere nei luoghi della decisione, – spiega Mori – che avallerebbe e incoraggerebbe da parte di tanti la ricerca di scorciatoie formali per fare ciò che si vuole.»

A nome del coordinamento delle commissioni pari opportunità regionali, la presidente Mori chiede dunque che i proponenti rivalutino nel merito l’emendamento e che si fermi la sua approvazione, perché «le prerogative di una Regione a Statuto speciale non possono ignorare i principi egualitari della Costituzione, quelli stessi che, attuati faticosamente e tardivamente, ambiscono a portare la nostra società fuori da un sistema discriminatorio e ingiusto, traguardando l’obiettivo di una compiuta e moderna democrazia paritaria.»

Vuoi essere sempre aggiornato su tutte le news in tempo reale? Seguici anche sul nostro canale Telegram o sulla nostra pagina Facebook.
Per seguire le dirette di Telefriuli, clicca il tasto LIVE in alto oppure sintonizza il tuo televisore sul canale 11 e 511 HD del digitale terrestre.

Articoli correlati
Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori